La novità

Il Covid cambia le regole del commercio, le vendite si spostano in una piazza virtuale

Gli utenti possono “passeggiare”, guardare le vetrine, scegliere il negozio in cui entrare e poi interagire con il gestore per scegliere il prodotto da acquistare.

Il Covid cambia le regole del commercio, le vendite si spostano in una piazza virtuale
Venezia, 30 Ottobre 2020 ore 12:38

Il lockdown per la pandemia Covid-19, le tecnologie, il commercio 3.0. E le nuove opportunità per sostenere gli esercenti in un periodo delicato.

Il Covid e il commercio 3.0

Una sorta di piazza virtuale dove gli utenti possono “passeggiare”, guardare le vetrine, scegliere il negozio in cui entrare e poi interagire direttamente con il gestore per scegliere il prodotto da acquistare. E’ questa, molto sinteticamente, l’idea messa in campo da Confcommercio San Donà – Jesolo e sviluppata da Confcommercio Unione Metropolitana della città di Venezia per non lasciare soli i molti commercianti piegati dalla crisi provocata dalla pandemia.

Una scelta, quella in questione, che potrebbe mettere d’accordo un po’ tutti, quelli cioè che si lamentano per le chiusure imposte dal Dpcm e quelli che invece si trovano d’accordo con le misure messe in campo dal Governo, senza per questo voler rinunciare allo shopping.

“La piattaforma Vetrineonline.com nasce con l’intento di portare online la relazione tra il cliente e il commerciante”.

Così il presidente di Confcommercio San Donà-Jesolo, Angelo Faloppa, spiega l’iniziativa avviata durante il periodo del lockdown e poi sviluppata per dare un grosso contributo alle aziende, per una visione del commercio 3.0, in linea con le nuove tecnologie informatiche oggi disponibili.

L’intervista a David Borrelli, referente per il progetto Vetrineonline.com

Come funzionerà la piazza virtuale

“In un’unica piattaforma – spiega Davide Borrelli, referente del progetto – sarà possibile per l’utente finale trovare il negozio o ristorante più vicino al suo luogo di residenza o al luogo in cui si trova in quel momento, effettuare un acquisto online con modalità standard, videochiamare per poter interloquire con il venditore o vedere la merce, chiedere informazioni, prenotare un tavolo, ordinare un pasto per asporto o prenotare una consegna a domicilio”.

Ecco i principali strumenti messi a disposizione degli utenti:

  • VIDEO-TRANSAZIONE. Attraverso la piattaforma è possibile avviare una videochiamata direttamente con l’esercente, potendo quindi trasferire online la tipica esperienza visiva/verbale propria dell’acquisto presso la struttura, il negoziante quindi può consigliare il cliente, mostrare la merce e spiegare la proposta commerciale utilizzando i canali “analogici” usuali come se il cliente fosse fisicamente in negozio, alla fine della transazione è possibile concordare la consegna/ritiro della merce.
  • E-COMMERCE. La piattaforma mette a disposizione degli esercenti che vorranno utilizzarla la classica funzione di E-commerce così come attualmente conosciuta, sarà possibile quindi creare un negozio online, caricare un listino prodotti con le relative immagini, inserire prezzi ed eventuale sconti, e vendere online, utilizzando i normali mezzi di pagamento e consegna tipici di questo tipo di transazioni.
  • ELIMINA-CODE ONLINE. L’esercente può rendere disponibile al proprio cliente la possibilità di prenotare l’ingresso presso la sua struttura commerciale anche da remoto. E’ possibile per il cliente, ovunque egli sia, verificare quante persone ci sono in coda presso la struttura in un determinato momento, inserirsi in una coda, essere avvisato quando si avvicina il proprio turno e eventualmente anche inserire altre persone in coda (familiari non muniti di connettività internet, etc.).
  • PRENATOZIONE TAVOLI. La piattaforma prevede la possibilità, tramite messaggistica diretta, di prenotare tavoli o posti a sedere.
  • GESTIONE ACCESSI PERSONALE. In linea con le linee guida del Ministero della Salute il datore di lavoro può, attraverso l’area riservata della piattaforma, gestire il permesso di accesso alla sua struttura ai propri dipendenti, fornitori etc, gestendo in modo automatizzato le dichiarazioni rese dagli stessi inerenti la presenza o meno di condizioni ostative all’accesso (febbre superiore ai 37,5 gradi, possesso dei dispositivi di sicurezza personale etc.)
  • MENU’ DIGITALI. E’ possibile attraverso la scansione di un QRCode poter visualizzare un menù digitale sul proprio smartphone evitando il contatto manuale con menù fisici e rendere disponibile il proprio menu’ direttamente nella piattaforma per poter attrarre potenziali nuovi clienti.
  • ACCESSO CONTINGENTATO. La piattaforma è in grado di gestire l’accesso ad aree aventi accesso contingentato attraverso la distribuzione di ticket numerici a limite variabile. E’ quindi
    possibile generare un titolo di accesso da mostrare all’ingresso ad esempio, di parchi, aree comuni, chiese, musei etc.
  • CENTRO-COMMERCIALE VIRTUALE. Attraverso la gestione dei negozi preferiti l’utente finale può crearsi il “suo” centro commerciale virtuale, di fatto una piazza virtuale composta dalle
    vetrine dei suoi negozi di prossimità preferiti.
  • GESTIONE ASPORTO E DELIVERY. La piattaforma consente la gestione completa della prenotazione di un acquisto per asporto o della gestione di una consegna a domicilio, con la possibilità di pagamento online o presso la struttura.

LEGGI ANCHE: Confcommercio Veneto: Patrizio Bertin è il nuovo presidente

TI PUO’ INTERESSARE ANCHE: #siamoaterra anche a Venezia, in piazza il popolo dei locali e della ristorazione

CLICCA QUI PER L’APPROFONDIMENTO: Rilancio Jesolo, firmato il piano strategico: “Obiettivo aumentare l’attrattiva”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità