Cronaca
Una notte arancioneroverde

Venezia in Serie A, i video dei tifosi che invadono la città: fumogeni, tuffi nei canali e assembramenti

Certo, tornare in Serie A dopo 19 anni, dopo un derby tutto veneto con il Citta. Però...

Cronaca Venezia, 28 Maggio 2021 ore 10:12

Tutto come previsto: la festa per la promozione del Venezia in Serie A è andata ben oltre l'orario del coprifuoco: i tifosi, infatti, hanno sostenuto i "leoni" fuori dal Penzo e subito dopo il triplice fischio la festa è letteralmente esplosa: fuochi d'artificio, cori, fiumane di tifosi in piazza San Marco. Assembramenti, insomma, un po' come quelli visti a Milano dopo la vittoria del campionato da parte dell'Inter.

Venezia in Serie A, i video dei tifosi che invadono la città

Abbracci, baci, urla, cori, fumogeni, tuffi nei canali. La gioia dei tifosi dopo la promozione in Serie A della loro squadra del cuore, il Venezia, dopo un'assenza dalla massima categoria durata 19 lunghi anni, è stata incontenibile. Alla faccia del coprifuoco e del distanziamento sociale: la festa post partita è andata ben oltre le 23 e di misure anti Covid è meglio non parlarne.

Esattamente come successo in piazza Duomo a Milano con i festeggiamenti dei tifosi dell'Inter dopo la vittoria del campionato, piazza San Marco (un po' tutto il centro cittadino a dire il vero) si è trasformata, letteralmente invasa dai sostenitori degli arancioneroverdi: e non sono mancate le "goliardate": presi dall'euforia, infatti, alcuni ultrà si sono tuffati nei canali.

Sono partiti da Sant'Elena e hanno sfilato fino a San Marco, accendendo fumogeni e sparando fuochi d'artificio. Tanto che non è mancata un po' di apprensione da parte dei residenti.

6 foto Sfoglia la gallery

Foto dalla pagina @ArancioNeroVerdiUnited

Tuffi nei canali, fumogeni e assembramenti

Dopo il triplice fischio è il boato dei tifosi a colorare la notte veneziana, condita, poi, a stretto giro da una serie di fuochi d'artificio in via Garibaldi: proprio lì dove, qualche giorno fa, un "fenomeno" si era tuffato in un canale. La partita, lo ricordiamo, si è disputata a porte chiuse e quindi tutti i sostenitori si sono dati appuntamento di fronte a un grande schermo fuori da un bar tra via Garibaldi e Castello.

Dall'euforia, però, si passa rapidamente a gesti anche pericolosi: c'è chi, come detto si tuffa nei canali, chi sale su impalcature di palazzi della zone, senza contare gli assembramenti fuori controllo, la calca.

Travolti dalla felicità, ovviamente, anche i protagonisti di questa impresa, i giocatori, e anche il nuovo proprietario Duncan Niederaruer che proprio al termine del match che ha riportato la sua squadra in Serie A si è concesso, pure lui, un tuffo liberatorio in un canale.

Video dalla pagina @ArancioNeroVerdiUnited