La mozione

Salvaguardia di Venezia e gestione delle acque, il Comune contro il Governo: “Esclusi dalle decisioni” – VIDEO

Nella seduta di ieri approvata la mozione contro la "ferita istituzionale" della nuova Autorità per la Laguna e sui temi di Grandi Navi, porto e Mose.

Cronaca Venezia, 24 Novembre 2020 ore 10:54

La Nuova Autorità per la Laguna, istituita dal Governo, viene vissuta come una “ferita istituzionale” dalla Città: “Esclusi dalle decisioni su salvaguardia e acque”.

La mozione

Una seduta tesa e vibrante quella svoltasi ieri, lunedì 23 novembre 2020, in collegamento dalla Smart Control Room del Tronchetto. Un Consiglio comunale che si è acceso in particolare sui temi delle Grandi Navi, del porto di Venezia e delle opere compensative del Mose, con l’approvazione della relativa mozione presentata dalla maggioranza e collegata alle comunicazioni del sindaco, Luigi Brugnaro.

Le richieste della Città lagunare

Tra i punti contenuti nel documento, i più urgenti – su cui il Comune chiede risposte urgenti al Governo – sono stati:

  • dragaggio canali
  • certezza concessioni
  • attivazione conca di navigazione del Mose
  • completamento marginamenti
  • soluzione navi partendo dal Comitatone

“Un appello chiaro e forte per dare risposte immediate alla portualità e sanare la ferita istituzionale della nuova Autorità per la Laguna, introdotta con un blitz, che di fatto esclude la Città dalle decisioni sulla salvaguardia e sulle acque. Vanno trovati correttivi subito!”

Il Brugnaro furioso

In particolare il sindaco ne ha avute per tutti, minoranza inclusa:

“Noi ci prendiamo la responsabilità! Noi difendiamo la Città! Noi difendiamo il Porto e i lavoratori! Difendiamo Venezia dalle acque alte e ci preoccuperemo che il MOSE venga finito. Con l’approvazione di questa mozione dimostriamo la nostra coerenza”.

E ancora:

“Vorrei che fosse chiaro a tutti che siamo d’accordo a non far passare più le Grandi Navi dal canale della Giudecca e dal bacino San Marco, ma la soluzione alternativa è pronta e l’abbiamo presentata in campagna elettorale: 2 volte! I cittadini l’hanno votata”.

Ribadisco con forza la nostra alternativa:

  • Ingresso Bocca di Porto di Malamocco
  • Passaggio per Canale dei Petroli
  • Navi più grandi: arrivo al Canale Industriale Nord lato Nord
  • Navi più piccole: arrivo in Marittima attraverso il Canale Vittorio Emanuele

LEGGI IL TESTO DELLA MOZIONE

4 foto Sfoglia la gallery

LEGGI ANCHE:

MSC Opera: si riapre il caso. Lo schianto era evitabile IL VIDEO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Ristori ter: ecco come il Veneto “giallo” rischia di andare in bianco

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità