Strani ospiti

Nuovi avvistamenti nei fondali di Venezia: c’è anche un polpo che nuota indisturbato…

Il video di un polpo che nuota serenamente in laguna ha fatto il giro del web. E' vero o si tratta di un fake?

28 Aprile 2020 ore 10:08

Che la natura si stia riprendendo i suoi spazi lo avevamo già visto. Stavolta, protagonista delle immagini diventate virali sul web è un polpo che nuota vicino agli imbarcaderi di piazzale Roma.

Meno traffico, più benessere

Non si tratta del primo avvistamento di questi giorni. La scorsa settimana, erano state filmate delle meduse che si muovevano elegantemente tra i canali. La spiegazione di questo fenomeno è semplice da intuire: senza il traffico dei vaporetti e dei taxi, le specie che prima si nascondevano nei fondali o migravano verso le zone periferiche della laguna si stanno adesso riappropriando dei loro spazi.

E’ davvero così?

Le immagini non sono sfuggite al direttore del Museo di Storia Naturale di Venezia, Luca Mizzan, che commenta:

“È davvero molto strano che un polpo possa arrivare lì in quell’ambiente così lontano da mare e vicino all’entroterra, non si può escludere nulla nemmeno che sia uno scherzo. Dal video si vede che è un polpo visibilmente in buona salute, non ha paura

Sulla pagina Facebook del Museo si legge:

“L’ “Octopus vulgaris” è un cefalopode tipico dei fondali rocciosi del Mediterraneo, vive rintanandosi appunto negli anfratti rocciosi. Per questo è piuttosto raro avvistarlo al largo delle nostre coste sabbiose: è stato rinvenuto infatti solo occasionalmente sui relitti.
E’ una specie tipicamente marina che non entra di norma nelle lagune, tanto meno nella nostra: non esistono infatti segnalazioni scientifiche.
I rarissimi avvistamenti in laguna di Venezia, negli ultimi 50 anni, sono avvenuti nei pressi della bocca di porto di Lido.
I polpi non sono grandi nuotatori, come altre specie che talvolta, perso l’orientamento, entrano in laguna spingendosi in zone davvero inconsuete.
Di certo il ridotto traffico acqueo e l’innaturale tranquillità delle acque lagunari può aver contribuito all’insolita visita.
Scherzo di qualche burlone? Sfuggito al mercato ittico?
Cosa abbia portato un polpo a Piazzale Roma, l’ultimo posto in cui ci saremmo aspettati di vederlo, davvero, onestamente, non lo sappiamo; tanto che abbiamo pensato di coniare una nuova espressione “STRANO COME UN FOLPO A PIASSA ROMA”

Foto: Museo di Storia Naturale di Venezia

Video: Venezia Moderna

 

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità