Pericolo?

Uno squalo a Venezia, è mistero: “Lungo un metro, mi ha morso”

Una 63enne di origini francesi ne è convinta. Un pericoloso pescecane si aggirerebbe nella Laguna: "Domenica sono stata aggredita".

Uno squalo a Venezia, è mistero: “Lungo un metro, mi ha morso”
Venezia, 16 Settembre 2020 ore 11:33

Il racconto della donna di origini francesi che sta facendo molto discutere.

Un mistero

Uno squalo al Lido? Nelle acque a poca distanza dai Murazzi potrebbe esserci un pericoloso pescecane. Ne è convinta almeno una donna francese di 63 anni, da tempo residente a Cannaregio, che nel pomeriggio di lunedì scorso si è presentata al Pronto soccorso con escoriazioni e graffi sulla mano sostenendo di essere stata morsa da un pesce. Secondo la sua versione proprio uno squalo lungo più o meno un metro, che l’avrebbe ferita domenica scorsa mentre nuotava al Lido.

L’incontro ravvicinato e il morso

La donna si trovava al mare con un’amica a San Nicolò. E nei giorni scorsi, prima della presunta aggressione, ha riferito di aver visto un grosso pesce nuotare vicino a riva, intento a seguirne un altro più piccolo, e poi sparire verso il mare aperto. Poi domenica scorsa la 63enne torna al Lido, nella zona dei Murazzi. Entra in acqua senza spingersi troppo al largo e all’improvviso sente il suo piede sfregare contro qualcosa. Un pezzo di legno o altro? Macché. La donna con la mano prova ad allontanare da sé quella “presenza” ed è lì che viene morsa. A sui dire dallo stesso pesce avvistato pochi giorni prima.

L’allarme

Tornata a riva la donna si fa disinfettare la mano e rientra a casa. Ma durante la notte la mano si gonfia e allora, preoccupata, l’indomani si rivolge al Pronto soccorso. E nel contempo avvisa i Vigili del fuoco per avvertirli del potenziale pericolo ed eventualmente dare il via alle ricerche del misterioso pesce che l’ha morsa.

LEGGI ANCHE:

A Venezia le meduse (e non solo) nuotano nell’acqua limpida dei canali VIDEO

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità