Emergenza coronavirus

Decessi nel Veneziano: l’aumento rispetto allo scorso anno TUTTI I NUMERI

I dati Istat delle morti nei diversi comuni della provincia di Venezia: notevole l'incidenza del Covid 19.

Decessi nel Veneziano: l’aumento rispetto allo scorso anno TUTTI I NUMERI
Chioggia, 03 Aprile 2020 ore 16:09

Nei primi 21 giorni di marzo 2020, Istat ha registrato un notevole incremento delle morti nel Nord Italia. Anche il Veneto è colpito da questo aumento anche se, grazie alla campagna di prevenzione avviata dalla regione e ai numerosi tamponi effettuati, i dati non sono negativi come in altre regioni (prima tra tutte, la Lombardia).

Dati alla mano

I dati che abbiamo riportato si riferiscono ai comuni per cui Istat dispone di informazioni complete: mancano pertanto molte delle frazioni della nostra città metropolitana.
Drammatica la situazione a Stra e Vigonovo che hanno rispettivamente il 200% e il 400% dei decessi in più rispetto allo scorso anno. Colpisce anche l’aumento di mortalità a Campagna Lupia, dove raddoppia il numero dei deceduti, e a Martellago dove l’aumento percentuale è del 150% rispetto allo scorso anno. Scendono i morti a Fiesso d’Artico e Fossò, con il -33,3% e il -16,7%.

 

 

marzo 2019 marzo 2020 incremento incremento %
Campagna Lupia 3 6 3 100
Cinto Caomaggiore 3 4 1 33,3
Fiesso d’Artico 6 4 -2 -33,3
Fossò 6 5 -16,7
Martellago 6 15 9 150
Meolo 4 5 1 25
Musile di Piave 9 9 0 0
Noventa di Piave 5 5 0 0
Pianiga 8 12 4 50
Portogruaro 19 21 2 10,5
San Donà di Piave 27 37 10 37
Stra 2 6 4 200
Vigonovo 1 5 4 400
Cavallino-Treporti 11 14 3 27,3

 

Come vengono analizzati dati e fonti

“L’Istat produce e diffonde statistiche di mortalità sulla base di fonti diverse, ognuna con peculiarità e finalità proprie. Riguardo alle statistiche demografiche relative ai decessi, vengono prodotti e diffusi dati sia da fonte stato civile sia da fonte anagrafica, con cadenza mensile ed annuale. I decessi di fonte anagrafica fanno riferimento alla popolazione iscritta in Anagrafe, cioè alla ‘popolazione residente’, indipendentemente da dove il decesso sia avvenuto (Italia o estero). I decessi di fonte stato civile si riferiscono invece alla ‘popolazione presente’, quindi ai decessi avvenuti in Italia di qualsiasi cittadino italiano o straniero. Le statistiche di mortalità per causa derivano dalla “Indagine su decessi e cause di morte” e si basano sulle certificazioni delle cause di morte effettuate dai medici (DPR 285 del 1990), che devono essere fatte pervenire agli Uffici di Stato Civile dei Comuni”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità