Menu
Cerca
Emergenza coronavirus

Decessi nel Veneziano: l’aumento rispetto allo scorso anno TUTTI I NUMERI

I dati Istat delle morti nei diversi comuni della provincia di Venezia: notevole l'incidenza del Covid 19.

Decessi nel Veneziano: l’aumento rispetto allo scorso anno TUTTI I NUMERI
Cronaca Chioggia, 03 Aprile 2020 ore 16:09

Nei primi 21 giorni di marzo 2020, Istat ha registrato un notevole incremento delle morti nel Nord Italia. Anche il Veneto è colpito da questo aumento anche se, grazie alla campagna di prevenzione avviata dalla regione e ai numerosi tamponi effettuati, i dati non sono negativi come in altre regioni (prima tra tutte, la Lombardia).

Dati alla mano

I dati che abbiamo riportato si riferiscono ai comuni per cui Istat dispone di informazioni complete: mancano pertanto molte delle frazioni della nostra città metropolitana.
Drammatica la situazione a Stra e Vigonovo che hanno rispettivamente il 200% e il 400% dei decessi in più rispetto allo scorso anno. Colpisce anche l'aumento di mortalità a Campagna Lupia, dove raddoppia il numero dei deceduti, e a Martellago dove l'aumento percentuale è del 150% rispetto allo scorso anno. Scendono i morti a Fiesso d'Artico e Fossò, con il -33,3% e il -16,7%.

 

 

marzo 2019marzo 2020incrementoincremento %
Campagna Lupia363100
Cinto Caomaggiore34133,3
Fiesso d'Artico64-2-33,3
Fossò65--16,7
Martellago6159150
Meolo45125
Musile di Piave9900
Noventa di Piave5500
Pianiga812450
Portogruaro1921210,5
San Donà di Piave27371037
Stra264200
Vigonovo154400
Cavallino-Treporti1114327,3

 

Come vengono analizzati dati e fonti

“L’Istat produce e diffonde statistiche di mortalità sulla base di fonti diverse, ognuna con peculiarità e finalità proprie. Riguardo alle statistiche demografiche relative ai decessi, vengono prodotti e diffusi dati sia da fonte stato civile sia da fonte anagrafica, con cadenza mensile ed annuale. I decessi di fonte anagrafica fanno riferimento alla popolazione iscritta in Anagrafe, cioè alla ‘popolazione residente’, indipendentemente da dove il decesso sia avvenuto (Italia o estero). I decessi di fonte stato civile si riferiscono invece alla ‘popolazione presente’, quindi ai decessi avvenuti in Italia di qualsiasi cittadino italiano o straniero. Le statistiche di mortalità per causa derivano dalla “Indagine su decessi e cause di morte” e si basano sulle certificazioni delle cause di morte effettuate dai medici (DPR 285 del 1990), che devono essere fatte pervenire agli Uffici di Stato Civile dei Comuni”.