Eventi
Gli appuntamenti

Cosa fare a Venezia e in provincia nel weekend (9 e 10 ottobre)

Mostre di artisti di fama internazionale, creative celebrazioni della storia di un territorio "magico", mercatini imperdibili e pure un "percorso" per approfondire il tema dell'ecologia...

Cosa fare a Venezia e in provincia nel weekend (9 e 10 ottobre)
Eventi Venezia, 07 Ottobre 2021 ore 15:54

Come ogni settimana torniamo con l'appuntamento dedicato al popolo del weekend, con una selezione degli appuntamenti imperdibili da segnare in agenda. Info, ovviamente, tutte a portata di clic.

Cosa fare a Venezia e in provincia nel weekend (9 e 10 ottobre)

  • Banksy al museo della Laguna Sud di Chioggia

Una mostra speciale, che ripercorre tutto il "viaggio" di uno degli artisti più influenti di questa epoca, Banksy, a cura di Stefano Antonelli e Gianluca Marziani, prodotta e organizzata da MetaMorfosi e promossa dal Comune di Chioggia, quella che si potrà visionare fino al 9 gennaio 2022 nel museo inglese della Laguna Sud.

L'esposizione è aperta al pubblico dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 13, venerdì, sabato e domenica anche dalle 15 alle 19. Prezzo di 10 euro, 8,5 ridotto. La mostra offre una selezione di serigrafie originali, veri e propri simboli, come la ragazza con il palloncino, o "Love is in the air". Chioggia, Museo Civico della Laguna Sud, Campo Guglielmo Marconi, 1.


  • Venezia 1600: a San Michele al Tagliamento la terza tappa

Arriva a San Michele al Tagliamento l’unica collezione di opere contemporanee dedicate ai 1600 anni di Venezia. Negli spazi espositivi di San Michele in Arte e di START, il Comune di San Michele al Tagliamento ospita l’eccezionale serie di quadri e sculture realizzate dagli artisti della NEXT Art; la mostra sarà inaugurata il venerdì 1° ottobre 2021 alle ore 17.00 e rimarrà aperta al pubblico fino al 31.

La mostra è composta da 25 opere di 15 artisti, ognuno focalizzato sull’aspetto che, secondo il proprio parere, rappresenta maggiormente la millenaria storia della città interpretandola con la loro arte. Con tecniche più diverse, tra figurativo, astratto e scultura, la mostra proietterà il visitatore attraverso le passioni degli artisti in un tour che possiamo definire una vera e propria dichiarazione d’amore per Venezia.

La prima grande novità di questa terza tappa sarà l’apertura, da parte della NEXT Art, ad altri artisti che esporranno esclusivamente all’interno dell’adiacente spazio START: contenitore artistico già inaugurato nel 2020 e attivo fino ad oggi. Tutti i nuovi lavori saranno opere realizzate ex novo ispirate alla millenaria storia di Venezia da artisti locali del territorio che comprende Portogruaro, San Michele, Latisana, Lignano e Bibione.

La seconda novità invece riguarda il primato dei quadri unici: è stato scoperto che ben 2 quadri della collezione Venezia 1600 anni di storia, sono unici al mondo perché uno raffigura per la prima volta il Gonfalone a 5 code (opera di Daniele Cellini): è la prima raffigurazione pittorica del Gonfalone a 5 code delle città Oltremarine della Repubblica di Venezia e il secondo invece dal titolo “Voci Sottosopra - Venezia 1600” (opera di Vanessa Modafferi) è l'unico dipinto esistente che va visto e ascoltato perchè parla in veneziano (mai avvenuto prima).

Partner dell’iniziativa, oltre al Comune di Marcon, ci sono Venetodoc, un calzaturificio che produce sneakers serenissime con tanto di gonfalone con il leone di san marco; e BellCuore Azienda Agricola che ha dedicato una linea di prosecchi doc ai 1600 anni della città lagunare, grazie ad uno spirito di appartenenza che lega BellCuore alla città di Venezia.

Gli artisti partecipanti sono: Marta Arnoldo (VENEZIA), Vanessa Modafferi (LIGNANO SABBIADORO - UD), Daniele Cellini (VENEZIA), Sebastiano Musitelli (VENEZIA), Cristina Meotto (BIBIONE), Simone De Bortoli (ARIIS – UD), Andrea Pagotto (PORTOGRUARO – VE), Lucia Zamburlini (LATISANA – UD), Barbara Kushi Manferini (PERUGIA), Michalis Dolapsakis (GRECIA), Jacopo Rumignani (LIGNANO SABBIADORO – UD), Lara Scarpa (VENEZIA), Francesca Ferrarese (BELLUNO), Martina Tauro (CESAROLO – VE), Riccardo Gatti (VENEZIA). Tutte le opere sono inedite e per la prima volta in esposizione a San Michele al Tagliamento.

L’esposizione rispetta le normative anti covid in vigore. L’unica mostra d’ arte contemporanea di opere dedicate ai 1600 anni di Venezia. Info 342.6968991 Email: nextassociazione@gmail.com.


  • A Mestre il Mercatino Gazzera

Un evento davvero imperdibile quello in programma questo sabato, per gli amanti del genere. Si tratta del mercatino organizzato e promosso dall'Associazione Commercianti Artigiani Gazzera, in collaborazione con l'Associazione Culturale NSV Organizzazione eventi affiliata Aics Comitato provinciale di Rovigo.

L'esposizione si terrà a Mestre in via Gazzera Alta e nella piazza di via Brendole, dalle 10 alle 19.30 e lì si potranno trovare oggetti vintage o di antiquariato, pezzi unici dell'artigianato artistico, idee regalo creative, prodotti enogastronomici tipici di varie regioni italiane, dolci e salati, ma anche rimedi naturali per la cura del corpo.


  • Ottobre rosa 2021, mese mondiale della prevenzione del tumore al seno: tutti gli eventi collegati

Un mese ricco di iniziative, di carattere informativo e sportivo, per sensibilizzare al tema della prevenzione oncologica e ribadire l'importanza della diagnosi precoce. E' il senso di Ottobre rosa, la tradizionale campagna realizzata nel mese mondiale della prevenzione del tumore al seno, che anche nel 2021, per il 7° anno, torna ad animare il territorio comunale. La manifestazione è promossa dall'Ufficio della Presidenza del Consiglio e organizzata con l'ausilio di diverse associazioni di volontariato locali e delle Municipalità.

A introdurre la campagna, che rientra nel calendario de 'Le città in festa', è stata la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano: "Diffondere la cultura della prevenzione è uno degli strumenti più importanti nella lotta del tumore al seno. Rispetto a questa tematica c'è sempre più sensibilità e attenzione, ma in tempo di pandemia questo messaggio deve essere ancora più incisivo: il Covid ha allontanato molte donne dagli screening e dalle visite senologiche.

Non dobbiamo abbassare la guardia. Il tumore alla mammella è la neoplasia femminile più frequente ma la mortalità è in calo, grazie alla prevenzione e la diagnosi precoce. Ricordiamo anche l'importanza dello sport per un corretto stile di vita". La presidente ha inoltre spiegato che, a supporto del progetto, saranno esposte vetrofanie in tutti i negozi di vicinato mentre in corrispondenza di tutte le rotatorie della città saranno apposti i fiocchi rosa, simbolo della prevenzione del tumore al seno.

Ottobre rosa 2021 ha preso il via a inizio mese con l'illuminazione in tinta dei palazzi istituzionali dislocati su tutto il territorio comunale, e prosegue con tantissimi eventi fino al 31 ottobre. A illustrarli, nel corso dell'incontro sono stati gli esponenti delle associazioni di volontariato locale coinvolti nella loro realizzazione.

Tra di loro Carlo Pianon, presidente della Lilt Venezia che ha suggerito di adottare la 'prevenzione come nuovo stile di vita', ma anche Stefania Bullo, presidente di Avapo Mestre onlus e poi rappresentanti di Avapo Venezia, Asd Polisportiva Terraglio, Trifoglio rosa Mestre e Pro Loco Lido-Pellestrina, ma anche Nordic Walking Italy, Alilaguna e del gruppo Centro di medicina.

E' tornato sull'importanza della diagnosi precoce, che nel corso dell'anno 2020 ha registrato un regresso a causa del Covid, anche Edgardo Contato, direttore generale dell'Ulss 3 Serenissima: "Spiegare cosa significhi fare prevenzione è difficile anche perché i risultati spesso non si vedono subito, ma questa è la strada giusta da seguire. Oggi con il Covid se ne sta comprendendo l'importanza, se pensiamo alle vite salvate dai vaccini.

Far sì che la gente non si ammali porta benefici enormi. Per sconfiggere l'Hpv o il tumore al seno è necessaria la prevenzione, attraverso il pap test, la vaccinazione, la diagnosi precoce e la mammografia. L'attenzione delle donne e del sistema sanitario a questo problema dà risultati eccezionali, frutto del lavoro di operatori sanitari, cittadini e associazioni. Recuperiamo ciò che è stato perso durante il lockdown. Ce la stiamo mettendo tutta ma occorre la volontà di donne e uomini di sottoporsi agli screening. Il tabellone fuori al Pala Expo recita "Venezia Covid Free", vorrei anche una "Venezia tumori free".

Si è soffermato invece sulle diverse possibilità di screening oncologico offerte alle donne dalla Ulss 3 Veneto, il direttore responsabile del Dipartimento di Prevenzione, Luca Gino Sbrogiò. Prevenzione del tumore al seno, ma anche di altre forme tumorali. Oltre allo screening alla cervice uterina, si può prenotare quello al collo dell'utero, lo screening mammografico e quello del colon retto. "Il portale dell'Ulss offre la possibilità di spostare in autonomia gli appuntamenti, in caso di contrattempi" ha ricordato, accennando all'esistenza di vaccini per prevenire alcune forme tumorali. Ad esempio quello causato dall'Hpv, il papilloma virus che provoca tumore alla cervice uterina. Sbrogiò ha infine accennato al numero verde unico per gli screening oncologici (telefono 800.18.59.39 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13).

Tra le innumerevoli iniziative del mese, indicate nei calendari in allegato, è stato menzionato il vaporetto rosa di Alilaguna, che dopo l'assenza dello scorso anno tornerà a solcare le acque della Città Metropolitana per divulgare il messaggio di prevenzione tumorale. Sarà inaugurato l'8 ottobre alle 11 in piazzale Roma. Si tratta di un vaporetto elettrico a basso impatto ambientale con a bordo volontari delle associazioni che risponderanno alle domande dei cittadini per fugare ogni dubbio in materia.

Anche le varie Municipalità cittadine hanno illustrato le iniziative organizzate con il proprio contributo. Ad esempio, la Commissione delle elette della Municipalità di Mestre Carpenedo ha citato le 'Vetrine in rosa' con la distribuzione di materiale informativo in farmacie e negozi, ma anche la pattinata in rosa del 6 e 20 ottobre e la camminata in rosa del 16 ottobre. E poi ancora spritz, aperitivi, tornei di burraco, bocce e freccette e lezioni di prova di scherma, cortei, sfilate di moda, laboratori di scrittura, gruppi di mutuo aiuto, lezioni per imparare la tecnica di auto-palpazione e tanto altro. I contributi economici raccolti, a offerta libera, saranno devoluti a sostegno delle associazioni.

A concludere la presentazione l'intervento di Paola Mar, assessore comunale all'Università: "E' positivo che tante associazioni si incontrino tra loro e con le Municipalità e collaborino sul territorio su temi di questo tipo. Ben vengano nuove idee e declinazioni sul tema della prevenzione. Dobbiamo cercare di coinvolgere anche la popolazione universitaria, per estendere il concetto di prevenzione ai giovani. Se riusciamo ad insegnarlo loro avremo fatto un salto generazionale. E' un obiettivo che mi pongo, anche con l'aiuto della prima rettrice donna del Nord Est".


  • Circuito cinema Venezia, programmazione dal 7 al 13 ottobre

Arriva al Giorgione, da giovedì 7 ottobre, Il materiale emotivo, il nuovo film di Sergio Castellitto, con Bérénice Bejo. Vincenzo vive fuori dal mondo nella sua libreria parigina. Al piano di sopra la figlia Albertine resta chiusa in un mutismo selettivo, da quando un incidente l’ha confinata su una sedia a rotelle. Intorno a loro una piccola galleria di passanti ma è solo quando l’attrice Yolande irrompe nella sua vita che Vincenzo si scuote dal proprio torpore esistenziale.

Sarà invece al Dante, sempre da giovedì 7 ottobre, A Chiara di Jonas Carpignano. Giulia, figlia maggiore di una famiglia di Gioia Tauro, compie 18 anni. Sua sorella Chiara di anni ne ha 15 ed è nella fase della vita in cui comincia a porsi molte domande. Quando però il padre Claudio sfugge alle forze dell’ordine le domande di Chiara diventano scomode: ci sono cose che è meglio non sapere e altre che è meglio non dire.

Altra novità al Rossini è La scuola cattolica di Stefano Mordini, con Benedetta Porcaroli e Riccardo Scamarcio, fuori concorso a Venezia 78. In un istituto religioso della Roma bene i figli della borghesia vengono educati al meglio per un radioso domani. I genitori sono convinti che i loro figli possano vivere al di fuori dal caos che scuote gli anni ‘70, ma questo idilliaco equilibrio viene sconvolto da uno dei più efferati crimini della cronaca nera italiana: il massacro del Circeo.

Infine, arriva al Rossini e all’Astra da giovedì 7 ottobre l’animazione per i più piccoli Baby Boss 2 – Affari di famiglia di Tom McGrath. Tim è un papà e marito pantofolaio a tempo pieno. Ted è un CEO di fondi speculativi. Ma un nuovo Baby Boss dall’approccio innovativo e dall’atteggiamento positivo li riunirà e sarà d’ispirazione per un nuovo affare. I Templeton si ritrovano ancora una volta riuniti e pronti a scoprire quali sono le priorità all’interno di una famiglia.

Proseguimenti

Prosegue al Rossini e all’Astra il nuovo 007 No Time To Die di Cary Joji Fukunaga, con Daniel Craig e Léa Seydoux. Bond si gode la pensione in Giamaica ma il quieto vivere viene interrotto da Felix Leiter, vecchio amico ed agente della CIA, che ricompare chiedendogli aiuto. La missione per liberare uno scienziato si rivela più insidiosa del previsto, portando Bond sulle tracce di un misterioso avversario. Proiezioni in versione originale con sottotitoli italiani al Rossini: venerdì 8 e mercoledì 13 ottobre.

Si sposta all’Astra, da giovedì 7 ottobre, Tre piani di Nanni Moretti, con Margherita Buy e Alba Rohrwacher, in concorso a Cannes 74. Tre piani, tre famiglie e la trama del quotidiano che logora la vita, disfa i legami, apre le ferite, consuma il dramma. Al piano terra di un immobile romano vivono Lucio e Sara, carriere avviate, spinning estremo e una figlia che parcheggiano dai vicini, Giovanna e Renato. Al secondo c’è Monica, che ha sposato Giorgio, sempre altrove, ha partorito Beatrice senza padre e ha un corvo nero sul tavolo. All’ultimo dimorano da trent’anni Dora e Vittorio, giudici inflessibili che hanno cresciuto Andrea al banco degli imputati. Un incidente nella notte travolge un passante e schianta il muro dello stabile, rovesciando i destini e mischiando i piani.

Resta al Rossini Dune di Denis Villeneuve, con Timothée Chalamet e Zendaya, presentato fuori concorso a Venezia 78. In un futuro lontano, l’universo è dominato da un sistema feudale: il potere è nelle mani di un imperatore sotto il quale lottano tra di loro importanti casate. Sul desertico pianeta Arrakis si trova la Spezia, sostanza preziosa per i viaggi interstellari. Alla casata Atreides e al suo capo, il Duca Leto, viene affidato il controllo del pianeta ma in realtà si sta approntando una congiura per eliminarlo. Leto ha però un figlio, Paul, dotato di particolari poteri che sta sviluppando con l’aiuto di sua madre Lady Jessica. Anche lui finisce quindi con il diventare un ostacolo da abbattere. Proiezioni in versione originale con sottotitoli italiani: giovedì 7 ottobre.

Il Cinema a 3 euro

Il Comune di Venezia sostiene il cinema a 3 euro. Torna per il mese di ottobre l’iniziativa La Regione ti porta al cinema con 3 euro, per tutti i martedì del mese. Martedì 5 ottobre sono in programma Il gioco del destino e della fantasia al Giorgione, Il silenzio grande all’Astra e Falling – Storia di un padre al Dante. Martedì 12 ottobre, a questo prezzo si potranno vedere: al Rossini Falling – Storia di un padre, al Giorgione Welcome Venice, all’Astra e al Dante Qui rido io.

Eventi

Martedì 5 e mercoledì 6 ottobre al Rossini, per Il Cinema ritrovato. Al cinema, è in programma À bout de souffle - Fino all’ultimo respiro di Jean-Luc Godard, il film manifesto della “Nouvelle Vague”. Restaurato dalla Cineteca di Bologna e in versione originale con i sottotitoli italiani.

Martedì 5 e mercoledì 6 ottobre al Rossini arriva l’evento Nexo Digital Ezio Bosso. Le cose che restano di Giorgio Verdelli. Ezio Bosso (1971-2020) si è imposto come interprete, direttore d’orchestra e compositore grazie a una disciplina strettissima, una curiosità da cosmopolita e una passione bruciante per la musica. Biglietti: intero 10 euro, ridotto 8 euro.

Lunedì 11 ottobre al Dante, alle ore 21, è in programma J’ai tué ma mère di Xavier Dolan. Storia di Hubert, un adolescente canadese cresciuto senza il padre, divorziato dalla madre e disinteressato delle sorti del figlio. Evento in collaborazione con UDU. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Lunedì 11 ottobre all’Astra, e poi martedì 12 e mercoledì 13 al Rossini è in programma l’evento Nexo Digital Venezia. Infinita Avanguardia di Michele Mally, dedicato ai 1600 anni dalla fondazione della città. Biglietti: intero 10 euro, ridotto 8 euro.

Casa del Cinema

Alla Casa del Cinema da martedì 5 ottobre per la rassegna Otar Ioseliani per il Festival Giovanni Morelli, organizzata in collaborazione con la Fondazione Ugo e Olga Levi e l’Università Ca' Foscari di Venezia, nell’ambito del percorso Un cielo nascosto – Festival Giovanni Morelli, è in programma Caccia alle farfalle, proiezioni alle 17.30 e 20.30. Giovedì 7 ottobre prende il via la rassegna Speranza del domani - Omaggio a Imre Gyöngyössy, in collaborazione con L’Accademia d’Ungheria, il Consolato Gen.On. di Ungheria e l’Ass.ne Culturale italo-ungherese del Triveneto: alle 17.30 presentazione della rassegna a cura di Sebestyén Terdik, Direttore della Casa di Santo Stefano d’Ungheria a Roma, a seguire proiezione del documentario dedicato a Imre Gyöngyössy Mito e Speranza/Remény és mitosz I-II di Katalin Petényi e Barna Kabay; alle ore 20.30 proiezione del cortometraggio Ritratto d’un uomo/Férfiarckép e del film Esiliati/Száműzöttek; proiezioni in versione originale con sottotitoli italiani. Lunedì 11 ottobre prosegue la rassegna Alida Valli, diva per sempre con il film Edipo Re, proiezioni alle 17.30 e 20.30.

Per tutti gli spettacoli ingresso libero fino ad esaurimento dei posti, con prenotazione sul sito www.culturavenezia/cinema dal mattino per le proiezioni della giornata.


  • Urban Nature 2021

Tutto pronto per la quinta edizione di Urban Nature, l'evento che si svolgerà domenica 10 ottobre e che offrirà appuntamenti per grandi e piccoli in tutta Italia. L'obiettivo? Promuovere una cultura per tutelare, valorizzare e incrementare la biodiversità urbana. Sono più di 50 le associazioni coinvolte a fianco del WWF per una gamma di eventi aperti a tutti e gratuiti. Passeggiate, cacce al tesoro, biciclettate. Basta cliccare sulla mappa interattiva per scoprire gli appuntamenti da vivere.