Eventi
Gli appuntamenti

Cosa fare a Venezia e in provincia nel weekend (8 e 9 gennaio 2022)

Le feste stanno per terminare... ma non la voglia di svagarsi, di distrarsi un po' dalla quotidianità: ecco dunque qualche consiglio per trascorrere delle giornate indimenticabili

Cosa fare a Venezia e in provincia nel weekend (8 e 9 gennaio 2022)
Eventi Venezia, 05 Gennaio 2022 ore 16:32

L'ironia, la creatività, il sogno, la fantasia... come iniziare questo 2022 in modo unico? Semplice, seguendo i nostri consigli per gli appuntamenti da seguire nel fine settimana

Cosa fare a Venezia e in provincia nel weekend (8 e 9 gennaio 2022)

  • I musicanti di Brema aprono la seconda parte di Domenica a Teatro al Momo

Il 9 gennaio, alle ore 16.30, lo spettacolo Le nuove avventure dei musicanti di Brema di Teatro Due Mondi apre al Teatro Momo la seconda parte della Stagione Domenica a Teatro, dedicata ai bambini e alle loro famiglie organizzata dal Settore Cultura del Comune di Venezia in collaborazione con Arteven.

E’ uno spettacolo con musica dal vivo con quattro attori in scena che incarnano i personaggi della nota fiaba I musicanti di Brema. Lo spettacolo si muove in uno spazio molto semplice, un piccolo séparé che fa da sfondo e da quinta agli attori i quali, attraverso gag comiche e canzoni, ci raccontano l’impresa di questa banda sempre in viaggio e di una cicogna, incontrata per caso.

La missione di quest’ultima, consegnare un bambino a Madame Europe in via dell’Ospitalità, diventa la missione di tutto il gruppo, il pretesto per parlarci del desiderio di un’Europa più ospitale e più accogliente. Fino al 9 gennaio sarà ancora possibile acquistare i nuovi abbonamenti in biglietteria del Teatro Toniolo, tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 15.00 alle ore 19.00.


  • Enrico Bertolino - In medio stat virtus

L'instant theatre, è una formula di teatro incentrato sull'attualità, che cambia ogni sera, inventata da Enrico Bertolino e Luca Bottura e sviluppata con Massimo Navone. Questa caratteristica ha dato vita negli anni a spettacoli sempre diversi, contaminati dalla realtà: elezioni, referendum, pandemie... come nel caso del distant theatre durante i mesi complessi del lockdown.

Enrico Bertolino è in scena nella triplice veste di comico, narratore ed esperto di comunicazione. Racconta potenti e impotenti e li inquadra in un pretesto narrativo che spazia dalla cronaca alla Storia, maestra di vita che da sempre lavora in Dad: chi dovrebbe ascoltarla, quasi sempre sta su Tiktok. Un uomo solo in scena per 75 minuti di "casino organizzato", insieme a due musicisti tenuti a debita distanza, ché il capocomico è nelle categorie a rischio e, per parafrasare Woody Allen, sa bene che le parole più dolci non sono "Ti amo" ma "È negativo".

L’accesso agli spazi avverrà secondo protocollo anti-contagio COVID 19 con obbligo di possesso di CERTIFICAZIONE VERDE COVID 19 (SUPER GREEN PASS) come da Decreto Legge in corso e mascherina FFP2. Sono esonerati dall'obbligo i bambini sotto i 12 anni.


  • L'arca di Noè

L’ambiente in cui viviamo va difeso e rispettato ogni giorno con l’impegno di tutti. Se un giorno succedesse qualcosa di veramente brutto per la natura, animali e piante e per tutta l’umanità sarebbe una catastrofe irrimediabile. Riprendendo la storia di Noè che salvò il regno animale dal diluvio, un Noè nostrano, di fronte ad un disastro ecologico, alla guerra, all’inquinamento causato dall’uomo, costruisce un’immaginabile arca con cui viaggiare verso un mondo non inquinato, pacifico, sereno e sano.

Porta con sé gli animali che vivono vicino a lui e nell’accoglierli li presenta e ci racconta di loro, delle loro abitudini e caratteristiche. Con sé porta anche i due giovani, Maria e Giovanni, come a rappresentare il futuro dell’umanità e la continuità della vita. Noè racconta come tutto è successo tempo prima, gioca, modifica lo spazio scenico costruendo l’arca.

Mostra gli animali, dipinti e animati in figure, con filastrocche e giochi di parole ne racconta la storia e le indoli, collegandole alla tradizione popolare, alla letteratura d’infanzia e al sapere comune. La musica sottolinea la vicenda e i protagonisti. Il disastro ambientale, la guerra e la distruzione imminenti sono evocati all’inizio dello spettacolo con proiezioni di disegni e pitture.

L’accesso agli spazi avverrà secondo protocollo anti-contagio COVID 19 con obbligo di possesso di CERTIFICAZIONE VERDE COVID 19 (SUPER GREEN PASS) come da Decreto Legge in corso e mascherina FFP2. Sono esonerati dall'obbligo i bambini sotto i 12 anni.


LEGGI ANCHE: Frasi auguri Befana 2022 e immagini da inviare con WhatsApp all'Epifania