Orgoglio veneto

Il grande ritorno dell'Aprilia: primo storico podio in Moto GP

L'incredibile prestazione del pilota Aleix Espargaró che non ha mollato un millimetro nonostante gli pneumatici fossero completamente "andati".

Il grande ritorno dell'Aprilia: primo storico podio in Moto GP
Sport Venezia, 30 Agosto 2021 ore 11:31

Chi ha qualche luna alle spalle ha alimentato la propria passione per il mondo dei motori guardando le gare del campionato del mondo... i successi di Biaggi e Rossi, Capirossi, Melandri e tanti altri. Poi, però, il periodo nero, il black-out e l'assenza dai gradini più alti del podio... fino a ieri, domenica 29 agosto 2021, quando Aleix Espargaró ha compiuto un'impresa storica, piazzando centrando il primo podio nell'era Moto Gp. E ora per la casa di Noale si guarda al futuro con ottimismo.

Il grande ritorno dell'Aprilia: primo storico podio in Moto GP

Un risultato straordinario, incredibile, a tratti surreale. Un successo, quello di Aleix Espargaró, che ieri ha piazzato la sua Aprilia al terzo posto del gran premio di Silverstone (il primo podio della casa di Noale in Moto GP), che vale come una vittoria. Sì, perché era dal 2000, per essere precisi dalla gara su un altro circuito inglese, quello di Donington, che l'Aprilia non otteneva un tale risultato in top class.

Da Noale alla vetta del mondo

In quel periodo era stato Jeremy McWilliams, oggi, invece, il "re" è Aleix che ha così ottenuto il suo secondo podio nella classe regina dopo Aragon 2014. Un terzo posto sudato fino alle ultime curve, su un tracciato estremamente tecnico, in condizioni estreme, con gli pneumatici "frustati", che riaccende i riflettori sull'azienda che partendo dalla provincia di Venezia, nella sua lunga presenza nelle competizioni internazionali, ha vinto di tutto, conquistando più di una volta la vetta del mondo.

Ecco il commento del pilota

"Ci siamo andati vicino, l'abbiamo sfiorato più volte e alla fine è arrivato! Un podio meritato, sudato, che dedico prima di tutto ad Aprilia. I ragazzi hanno lavorato sempre al massimo in questi anni, insieme abbiamo superato momenti difficili e ora raccogliamo i frutti del nostro impegno. Sul podio ho pensato a Fausto, alla mia famiglia e a tutte le persone che mi sono state vicine.

Negli ultimi due anni la nostra crescita è stata straordinaria, siamo migliorati in tutti gli aspetti, ma serviva un podio per rendere merito a quello che abbiamo fatto. Oggi sapevo di avere una occasione, abbiamo costruito la prestazione durante tutte le sessioni e anche questa mattina nel warmup mi sono sentito bene. Avevo qualche dubbio in partenza sulla scelta della gomma ma alla fine è stata quella corretta.

Ad un certo punto ho perso qualche posizione ma sono riuscito a recuperare, tranne su Fabio che ha creato il gap. Sul finale soffrivo un po' con l'anteriore ma in compenso avevo una buona trazione, per questo non ho resistito a Jack in staccata ma mi sono limitato a incrociare e sfruttare l'accelerazione. Ora dobbiamo festeggiare e tornare subito concentrati, arrivano altre gare dove possiamo essere competitivi. Un podio non può accontentarci, vogliamo di più". Tratto dal sito ufficiale Aprilia.com