Prossime elezioni

Zaia futuro premier? Il governatore risponde… e intanto attacca Conte sul rinvio di Regionali e Comunali

"Scandaloso" secondo il presidente veneto il rinvio del voto da settembre deciso dal Governo. E sulle Politiche: "Non si può abbandonare la nave finché c'è un'emergenza in corso".

Venezia, 21 Aprile 2020 ore 14:31

“E’ scandaloso quello che ha deciso di fare il Governo”.

Così il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, ieri sera, lunedì 20 aprile 2020, a Quarta Repubblica, il programma di Nicola Porro su Rete 4.

Attacco a Conte sulle Regionali: “Presa in giro”

Il presidente veneto s’è espresso sullo slittamento delle elezioni regionali deciso dal Governo che punta su una finestra che va da settembre a dicembre per andare alle urne (proprio questa mattina è entrato in vigore il provvedimento firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese).

LEGGI ANCHE: Elezioni regionali e comunali rinviate: si voterà fra settembre e dicembre

C’era un provvedimento concordato con i governatori, che prevedeva una finestra da luglio a settembre – ha tuonato Zaia – e ne è uscito un provvedimento che non c’entra niente con quello validato dalle Regioni. Una presa in giro“.

Quatto governatori chiedono di votare a luglio

In una lettera al Governo, quattro dei sette governatori direttamente chiamati in causa (Giovanni Toti per la Liguria, Luca Zaia per il Veneto, Vincenzo De Luca per la Campania e Michele Emiliano per la Puglia, non si sono associate Marche, Valle d’Aosta e Toscana) hanno chiesto di riaprire invece la finestra inizialmente ventilata a luglio.

Le Comunali in Provincia di Venezia

Si vedrà, ecco intanto i Comuni chiamati al voto per le Amministrative in Provincia di Venezia (fra parentesi il numero di abitanti):

  • Cavallino-Treporti (13.162), sindaco uscente Roberta Nesto (Patto Civico)
  • Dolo (14.982), sindaco uscente Alberto Polo (Dolo Democratica)
  • Eraclea (12.689), Comune il cui Consiglio si rinnova per motivi diversi dalla scadenza naturale del mandato
  • Portogruaro (25.140), sindaco uscente Maria Teresa Senatore (Lega Nord, Liberi Insieme, Forza Italia, Annia, Cambiamo Portogruaro, Città del Lemene, Toffolo con Noi, Insieme per il Nostro Territorio, Scegli Civica, Io Lavoro per Portogruaro, Portogruaro Adesso)
  • Torre di Mosto (4.739), sindaco uscente Giannino Geretto (Progetto Torresano)
  • VENEZIA (261.362), sindaco uscente Luigi Brugnaro (Forza Italia, Boraso Civica Popolare, Malgara 2020, Luigi Brugnaro Sindaco, Ncd-Udemocrazia Cristiana-Area Popolare)

Zaia premier? Lui dribbla e cita l’imperatore Adriano…

Invece, è passata un po’ in sordina… ma la notizia più pepata degli ultimi giorni, sempre sul tema elezioni, è stata la possibile candidatura addirittura a premier nazionale di Luca Zaia per il centrodestra.

La domanda è stata posta pubblicamente sabato al leader leghista durante il punto stampa giornaliero per l’emergenza Covid-19.

“Gira voce abbastanza autorevole che il centrodestra stia pensando a lei come leader nazionale”.

Come prima risposta, Zaia ha voluto giocare con l’ironia:

“I sogni non si vietano a nessuno”

Poi però un cronista ha fatto cenno alla telefonata ogni mattina con Salvini, e al fatto che il segretario del Carroccio fa i complimenti e si congratula per l’ottima gestione dell’emergenza in Veneto.

“Io ringrazio Salvini per l’attestazione di fiducia, però io sono abituato ed educato a prendermi in incarico un impegno e portarlo alla fine“.

“Dopo… l’imperatore Adriano nelle sue memorie, fra le tante robe che diceva, diceva che nei suoi monumenti c’erano le scritte in latino… Nel mio epitaffio di morte – diceva – ci sarà la scritta in latino, però io ho sempre vissuto e pensato in greco. Mi mettete “veneto” al posto di “greco” e capite tutto…

“Quindi lei non lascerebbe il Veneto?”, ha incalzato un’altra giornalista.

“Guardate, posso dire… siamo davanti a un’emergenza tragica. Abbandonare la nave… e soprattutto io sono anche il soggetto attuatore e responsabile di tutta sta roba, anche legalmente… e sentire parlare di Politica, decisamente no… nel rispetto delle idee di tutti. Adesso io ringrazio tutti per l’attestazione di stima, poi, sapete.. questa è una grossa sfida. Questo momento non lo si può lasciare senza aver risolto il problema, assolutamente no“.

Il nostro sondaggio

Il governatore non vuol parlare di Politiche, almeno fino alla fine dell’emergenza. Ma gli elettori veneti della Lega come vedrebbero la sua candidatura? CLICCA E VOTA:

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità