Lavori pubblici

Riqualificazione area viale San Marco a Mestre, c'è il via libera dalla Giunta

Un luogo dove giocava la Real San Marco ma che in seguito venne abbandonato, come altre aree limitrofe, per la presenza di materiale inquinato nel terreno.

Riqualificazione area viale San Marco a Mestre, c'è il via libera dalla Giunta
Politica Mestre, 21 Aprile 2021 ore 14:55

La Giunta comunale, riunitasi ieri in web conference, ha dato il via libera, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin, alla delibera di Consiglio con la quale si recepisce l’Accordo di pianificazione fra il Comune di Venezia e la ditta Genuine s.r.l. per la riqualificazione dell’area “Ex Campo di Calcio della Real San Marco”, in viale San Marco angolo via Boerio.

Riqualificazione area viale San Marco a Mestre, c'è il via libera dalla Giunta

“Uno dei luoghi della Città che da anni giace abbandonato verrà risistemato e valorizzato e riconsegnato a tutti quei cittadini che vedranno al posto di recinzioni e transenne uno spazio da vivere – commenta l’assessore De Martin. Tutto questo sorgerà in un'area all’interno della quale, un tempo, esisteva il vecchio campo da calcio.

Un luogo dove giocava la Real San Marco ma che in seguito venne abbandonato, come altre aree limitrofe, per la presenza di materiale inquinato nel terreno. Il progetto di riqualificazione urbanistica e valorizzazione territoriale dell’area proposto dalla ditta prevede, attraverso la bonifica dell’area degradata e inquinata, che avrà un costo alla stessa di oltre 1,3 milioni di euro, di recuperare spazi della città anche attraverso l’attrezzamento di spazi pubblici e a verde.

Nello specifico è previsto in una parte dell’area l’insediamento di attività economiche di servizio al quartiere attraverso le quali sarà possibile rivalutare l’intero tessuto socio economico fornendo nuovi posti di lavoro e la riqualificazione del tessuto urbano circostante. Nella parte prospiciente viale San Marco è prevista la costruzione di una torre residenziale caratterizzata da un innovativo approccio progettuale che consente la realizzazione di un edificio con un alto livello di sostenibilità energetica, ecologica e ambientale.

Una costruzione innovativa e soprattutto non energivora. Anzi, attraverso vetri e pannelli fotovoltaici che rivestono la struttura dell’edificio si riescono a soddisfare le esigenze di energia della struttura. Inoltre, è prevista la riqualificazione del sagrato della Chiesa di San Giuseppe con il suo ampliamento nell’area prospiciente, al di là della strada, già oggi destinata a spazio pubblico.

Tale spazio urbano con la bonifica e la riqualificazione dell’area, insieme all'adiacente area verde, offrirà alla comunità una nuova possibilità di utilizzo del quartiere. Un investimento complessivo di circa 20 milioni di euro con la realizzazione di opere ad uso pubblico per circa 3 milioni di euro. Un importante investimento che, grazie all’impegno di questa Amministrazione e del sindaco Luigi Brugnaro e all'intervento della proprietà, riusciremo a veder sorgere.

Lavori che si inseriranno in un quartiere per decenni abbandonato e sul quale anche questa Amministrazione ha fortemente investito se pensiamo, ad esempio, a tutti i lavori legati al sistema fognario della zona che stiamo portando avanti proprio in questi mesi. Fatti concreti, intrapresi con coraggio e determinazione per fare della nostra città un luogo bello da vivere e rispettoso dell’ambiente”.