Mestre

Mestre, inaugurato il punto ristoro dell’impianto natatorio del parco Albanese

Prosegue il piano di riqualificazione dell'area.

Mestre, inaugurato il punto ristoro dell’impianto natatorio del parco Albanese
Mestre, 03 Febbraio 2020 ore 09:56

Mestre, inaugurato il punto ristoro dell’impianto natatorio del parco Albanese.

Un punto di ristoro per riqualificare il parco Albanese

Si è svolta domenica 2 febbraio alla presenza della presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano e dell’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini l’inaugurazione del nuovo locale di ristoro collegato all’impianto natatorio del parco Albanese di Mestre. All’appuntamento sono intervenuti anche il presidente della Cooperativa S.Ar.Ha, Lorenzo Chinellato e il Presidente della Polisportiva Terraglio, Davide Giorgi. Il progetto condiviso tra Cooperativa S.Ar.Ha Onlus e Polisportiva Terraglio in collaborazione con il Comune di Venezia e la partecipazione della ASDBN Nuotatori Veneziani è ispirato – è stato sottolineato – al principio di alleanza tra Amministrazione cittadina e mondo associativo sul tema del recupero di aree della città che versano in condizioni di degrado o di abbandono, sul terreno comune dei valori inclusivi.

Il nuovo spazio come punto di aggregazione

“La riapertura di questo spazio, che è stato chiamato “Bar Sociale Double C” fa parte di un progetto di riqualificazione più ampio a cui l’Amministrazione crede molto – ha detto la presidente Damiano ringraziando la polisportiva Terraglio, la cooperativa S.ar.ha e i Black Lions Venezia, la squadra di wheelchair hockey da tre anni Campione d’Italia – Questo spazio diventerà nuovamente un punto di aggregazione. La riapertura del punto di ristoro è un faro che ci rende orgogliosi e ci sprona ad andare avanti per riportare in luce il parco Bissuola, un luogo a cui sono particolarmente legata”.

Il locale è stato illustrato – è pensato sia a livello strutturale, sia nella pianificazione di eventi e modalità di utilizzo, per la massima accoglienza anche della cittadinanza in condizione di fragilità (disabili, anziani, bambini) e/o di disabilità, con l’obiettivo di farlo ritornare un punto di aggregazione che è stato e che è nella sua natura essere.

“Un altro passo verso la riqualificazione degli spazi della città”

“Questo progetto s’inserisce pienamente in un’attività che la polisportiva Terraglio, la cooperativa S.ar.ha e i Black Lions portano avanti da anni – ha aggiunto Simone Venturini, assessore alla Coesione sociale – Da tempo queste realtà lavorano sulla sussidiarietà, attuando un fare impresa che tiene insieme l’attività economica e quella sociale. Non siamo qui solo per l’inaugurazione di un bar, lo scopo della giornata è accendere un faro su un presidio importantissimo del parco. Sarà un nuovo grande lampione che illuminerà le belle persone, più numerose e impattanti di quelle brutte. È un altro passo avanti verso la riqualificazione e la riapertura degli spazi che appartengono alla città. Presto – ha dichiarato l’assessore – sarà la volta del teatro e dello spazio civico interni al parco. I risultati a volte arrivano a distanza di mesi e anni, ma l’importante è continuare a lavorare”.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei