La parola al Sindaco

Luigi Brugnaro parla alla città di Venezia: i temi caldi della conferenza odierna VIDEO

Gli ultimi aggiornamenti dalla "cabina di comando" allestita per rispondere alle domande dei cittadini e raccontare i provvedimenti per la città

Venezia, 25 Marzo 2020 ore 16:09

Il primo cittadino interviene con alcune precisazioni sul numero dei soggetti in quarantena e sui trasporti, specie nel settore turistico.

Alcune indicazioni generali

Per prima cosa, una nota importante: chi è in quarantena non deve fare la raccolta differenziata. Bisogna buttare i rifiuti insieme in un unico sacchetto, chiudere poi in un secondo sacchetto per sicurezza e lasciare il tutto in un cassonetto dell’indifferenziata. Il residuo viene bruciato e quindi smaltito in sicurezza. Per chi avesse ancora de dubbi, è possibile chiamare il numero 041.041. 

Attenzione ai trasporti

Il gruppo Actv/Avm è sicuramente uno dei più provati da questa emergenza. Non solo perché gli operatori sono giornalmente esposti al rischio contagio, ma anche per il tipo di lavoro che svolgono. Il piano di trasporti era stato pensato per lo spostamento non solo dei residenti, ma anche dei turisti: adesso sarà necessario valutare come riorganizzare la macchina perché ciò che è certo è che i flussi turistici non torneranno al ritmo precedente l’indomani della fine dell’epidemia.

La distribuzione delle mascherine

Il Sindaco risponde alle numerose domande sulla distribuzione delle mascherine offerte dalla Regione. Sono state consegnate 281.350 mila mascherine, il che vuol dire che è già stato raggiunto circa il 33% cittadini.
Le mascherine passano dalla Regione alla Città Metropolitana e poi ai 7 mandamenti dove i 44 sindaci mandano il proprio personale per prendere la quota a loro destinata e organizzare la distribuzione ai cittadini.

L’iniziativa per i bambini

Diverse proposte per bambini e ragazzi, dalle letture in diretta dalla biblioteca Vez di Mestre, ogni pomeriggio, passando alle lezioni di danza. Si trova tutto sul sito del comune di Venezia, alla sezione Dime. Si sta anche pensando a dei programmi interattivi per bambini e ragazzi. Si tratta di una proposta fatta per favorire la condivisione di esperienze e l’aggregazione, anche a distanza.

Attenzione al rilancio

Il Sindaco ha particolarmente a cuore i lavoratori del settore turistico e gli stagionali. Si continua a chiedere all’Europa di “allargare i cordoni” e fornire finanziamenti che vadano a supportare le categorie che resteranno senza indennità e senza alcun tipo di supporto. Stesso problema anche per le partite Iva: è il momento di pensare a tutti coloro che sono a reddito zero. L’intera filiera turistica è ovviamente in sofferenza e, anche se siamo certi che il turismo ricomincerà, bisogna programmare già ora.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità