Menu
Cerca
Lavori pubblici

Al via la manutenzione straordinaria di due impianti sportivi a Sant’Alvise

Zaccariotto e Tomaello: “Lo sport è fondamentale per la ripartenza, importante farlo in luoghi sicuri”.

Al via la manutenzione straordinaria di due impianti sportivi a Sant’Alvise
Politica Venezia, 14 Aprile 2021 ore 12:10

Entro la fine del mese di aprile prenderanno il via i lavori di manutenzione straordinaria in due impianti sportivi di Sant’Alvise a Venezia.

Al via la manutenzione straordinaria di due impianti sportivi a Sant’Alvise

Si tratta della palestra “Gigi Marsico”, ex “Umberto I”, a Cannaregio, in gestione all’Alvisiana basket e della palestra del centro sportivo “Costantino Reyer” a Sant’Alvise. Nel primo caso la Direzione Lavori pubblici provvederà all’impermeabilizzazione del tetto della palestra oggetto di infiltrazioni d’acqua che nel tempo avevano compromesso il parquet. Nella palestra di basket del centro sportivo di Sant’Alvise, invece, si provvederà alla messa in sicurezza di due capriate in legno danneggiate.

La conferma è arrivata dall’assessore allo Sport e Politiche giovanili Andrea Tomaello, che nella mattinata di ieri, martedì 13 aprile, ha compiuto un sopralluogo nelle due strutture insieme ai tecnici comunali e ai gestori degli impianti.

“Questi interventi in due diverse strutture di Sant’Alvise – ha spiegato Tomaello – permettono di migliorare gli impianti e continuare l’attività sportiva in modo sicuro. Grazie alle società per la disponibilità e la collaborazione. Lo sport è fondamentale per la ripartenza e farlo in luoghi sicuri è prioritario per questa Amministrazione”.

“I lavori – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubbloici Francesca Zaccariotto – prenderanno avvio a breve e si concluderanno nell’arco di tre mesi per un costo complessivo di circa 100 mila euro a carico del Comune. Si tratta di interventi assolutamente necessari non più rinviabili, – ha aggiunto Zaccariotto – manutenzioni straordinarie per intervenire in tempi rapidi ed evitare ulteriori compromissioni delle strutture.

L’Amministrazione comunale ha accolto la richiesta dei gestori degli impianti, ma ha anche valutato l’assoluta necessità di provvedere. I questi anni abbiamo avviato un piano articolato di manutenzioni straordinarie degli impianti sportivi nella consapevolezza che eventuali ritardi nell’intervento – ha concluso – avrebbero reso i lavori più articolati, complessi e costosi”.

6 foto Sfoglia la gallery