Carnevale

A Venezia e Mestre, per il Carnevale, arriva l’app Too Good To Go

Il Carnevale combatte gli sprechi alimentari

A Venezia e Mestre, per il Carnevale, arriva l’app Too Good To Go
Venezia, 20 Febbraio 2020 ore 09:07

Too Good To Go, l’applicazione per smartphone che permette ai commercianti e ai ristoratori di mettere in vendita a prezzi ridotti il cibo invenduto a fine giornata, arriva ufficialmente anche a Venezia in occasione del Carnevale. Tanti sono i locali ad aderire all’iniziativa, da Rizzo Pane, storica attività lungo Strada Nova, fino a Itticosostenibile di Mestre.

L’app antispreco sbarca anche a Venezia

Anche Venezia accoglie Too Good To Gol’app antispreco nata in Danimarca nel 2015 con l’impegno di salvare il cibo e preservare l’ambiente, e lo fa in occasione del Carnevale, uno degli eventi cittadini più attesi che attira ogni anno migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Too Good To Go permette a ristoratori e commercianti di prodotti freschi di proporre ogni giorno le Magic Box, delle “bag” con una selezione a sorpresa di deliziosi prodotti e piatti freschi, rimasti invenduti a fine giornata e che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo.

Presente in 14 Paesi d’Europa con oltre 20 milioni di utenti, più di 40mila negozi aderenti e 30 milioni di Magic Box vendute, Too Good To Go ha permesso ad oggi di evitare l’emissione di oltre 75 milioni di kg di CO2. In Italia, Too Good To Go da aprile è stata lanciata ufficialmente in 26 città con oltre 3.000 negozi aderenti, più di 400mila Magic Box vendute e circa 850.000 utenti.

Nei mesi scorsi l’app è arrivata anche in altre città del Veneto: Verona, Treviso e Padova.

“Dopo il successo riscontrato nelle principali città italiane, Too Good To Go continua a diffondersi in maniera capillare e ora è arrivata anche a Venezia”, spiega Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go. “Scegliere Too Good To Go e i prodotti delle Magic Box significa sostenere tutti i commercianti che si impegnano a limitare sprechi di cibo e risorse e quale momento migliore del Carnevale per aprire al servizio le porte di Venezia? In questo periodo la vera regina della tavola è la tipica frittella veneziana, ma è un prodotto freschissimo e ha una vita massima di un giorno per essere di qualità. Questo significa che, come il pane, alla sera ne restano sempre molte da salvare. È qui che entra in gioco Too Good To Go”.

Magic Box in tutta la città

Venezia i punti vendita dove si possono acquistare le Magic Box sono i più diversi e coprono quasi interamente la città lagunare: dalla zona universitaria del sestiere Dorsoduro, a quella più turistica dell’area di San Marco, fino a Cannaregio, luogo di passaggio di migliaia di visitatori che arrivano dalla terraferma in treno, in autobus o in auto.

Tra i numerosi locali che aderiscono all’iniziativa ci sono Aqua Altra, negozio dedicato al commercio equosolidale a Dorsoduro, e Il Tiramisù – Dolce di Treviso, che come dice il nome è specializzato nel tipico dolce trevigiano. Non solo, le Magic Box si potranno trovare anche da Rizzo pane e dolciumi, storica attività veneziana dedicata ai prodotti da forno e aperta in città nel 1890, da Sullaluna, libreria indipendente con angolo caffetteria e bistrot e all’osteria SEPA.

Too Good To Go non si limita alle calli del capoluogo, ma sbarca anche a Mestre grazie alla pescheria Itticosostenibile e alla fattoria solidale Casa di Anna.

Come funziona Too Good To Go

Tramite l’app Too Good To Go, ciascun commerciante ha la possibilità di indicare ogni giorno la quantità di Magic Box disponibili, a seconda di quanto invenduto prevede di avere a fine giornata.

D’altra parte, i consumatori possono geolocalizzarsi, cercare i locali aderenti ed acquistare ottimi pasti a prezzi minimi, ridotti in partenza.

“Too Good To Go strizza l’occhio alle esigenze di commercianti e utenti offrendo un sistema semplice ed intuitivo: basterà che i primi mettano sull’app la disponibilità di box per la giornata, senza specificare che tipo di prodotti saranno presenti all’interno, basandosi sugli invenduti della giornata. I consumatori, invece, otterranno un notevole risparmio acquistando pranzi e cene a prezzi più che competitivi”, spiega Sapora.

La Magic Box ordinata potrà essere pagata tramite l’app con carta, con Paypal o con i servizi Apple Pay o Google Play: basterà recarsi al negozio nella fascia oraria specificata, mostrare la conferma al negoziante tramite app e ritirare la Magic Box per scoprire cosa c’è dentro.

“Grazie all’app – conclude Sapora – vogliamo non soltanto sensibilizzare gli utenti sull’importanza di un consumo consapevole, ma anche riavvicinarli agli esercizi commerciali di prossimità”.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità