Turismo

Jesolo: un “circolo virtuoso” che ha permesso agli albergatori di ripartire

La scelta coraggiosa di molti albergatori ha fatto la differenza: +76% di occupazione per una stagione che ha lottato contro mille incognite

Jesolo: un “circolo virtuoso” che ha permesso agli albergatori di ripartire
Jesolo e Lignano, 17 Settembre 2020 ore 15:26

Il merito è certamente del meteo favorevole ma anche della grande professionalità del personale delle strutture alberghiere: Jesolo riparte e inizia a fare un po’ di confronti con i numeri dello scorso anno. Il risultato? L’occupazione media delle strutture ricettive è aumentata (anche se di un solo punto percentuale) rispetto allo scorso anno. Un dato che fa ben sperare, anche se le perdite sono state ingenti…

Un circolo virtuoso che ha rimesso in moto la macchina del turismo

I dati che emergono dal sistema di rilevazione H-Benchmark hanno permesso all’Associazione Albergatori Jesolani di avere dei dati reali sull’occupazione delle strutture alberghiere. Per i primi quindici giorni di settembre, l’occupazione media è stata dell’80%, con picchi del 93%. Per questo 2020, sono stati parecchio deludenti i mesi di giugno e luglio (rispettivamente 31% e 62% contro il 75% e l’81% dell’anno precedente) ma agosto ha mantenuto i suoi ritmi (83% contro l’88% dello scorso anno). Settembre stupisce con una occupazione media del 76%, a più uno dal 2019.

“Molte strutture alberghiere stanno facendo registrare percentuali vicine al tutto esaurito anche per questa settimana – aggiunge il presidente Aja, Alberto Maschio – con buone indicazioni anche per la prossima settimana. Naturalmente tutto questo non cambierà la sostanza delle cose, ovvero una stagione in forte perdita; ma sarà probabilmente meno pesante rispetto a quanto ci si poteva aspettare nelle migliori delle ipotesi”.

Il merito è di una buona gestione delle strutture alberghiere ma anche del coraggio di molti albergatori che hanno riaperto tra mille difficoltà e incognite:

Penso che la località e tutte le attività abbiamo beneficiato anche della scelta di molti albergatori che, con coraggio e spirito d’impresa, hanno deciso, tra mille incognite, di aprire le proprie strutture – continua Maschio – sapendo che, in quel momento, l’unica certezza sarebbero stati i costi da sostenere. Ciò ha certamente creato i presupposti per l’arrivo dei primi turisti ed attivato un circolo virtuoso, in termini di indotto e di consumi, che ha traghettato tutto il sistema economico della città verso dei risultati che, con molti distinguo, eccedono le aspettative di inizio stagione”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità