Comuni a fianco delle imprese

Il Covid soffoca anche il lavoro e l'economia, ecco la ricetta veneta per tornare a "respirare"

Accesso al microcredito e liquidità a tassi agevolati e tempi certi.

Il Covid soffoca anche il lavoro e l'economia, ecco la ricetta veneta per tornare a "respirare"
Economia Venezia, 02 Aprile 2021 ore 10:44

Unione di intenti a sostegno delle imprese di Cavallino-Treporti e iniziative per contrastare le difficoltà economiche dovute alla pandemia.

Crisi economica e del lavoro, ecco la ricetta veneta per tornare a sognare

Sono questi gli obiettivi alla base dell’importante iniziativa “I Comuni sostengono le Imprese” presentata agli esercenti e agli artigiani del territorio durante il webinar promosso dal Comune di Cavallino-Treporti.

Presenti tutti i promotori: l’Amministrazione comunale, che ha messo a disposizione l’importo di 15.000 euro; Cofidi Veneziano, Fidimpresa e Turismo Veneto, che mettono a disposizione le garanzie; le associazioni di categoria, Confcommercio Jesolo-San Donà, Confartigianato Venezia, che fanno da collante e assistono i loro soci per dare risposte puntuali; le banche, BCC Pordenonese e Monsile, Banca Popolare Volksbank, Centro Marca Banca e Banca Prealpi SanBiagio, che hanno aderito, visto lo sforzo di tutte le parti in causa, di dare il credito a condizioni favorevoli ed in tempi rapidi.

"Quella presentata oggi è un’opportunità per le nostre imprese perché, in un momento di enorme difficoltà economica, queste misure favoriscono l’accesso al microcredito e alla liquidità a tassi agevolati e tempi certi. L’Amministrazione ancora una volta è orientata a sostenere gli esercenti e i commercianti di Cavallino-Treporti: ha avviato il percorso del protocollo ai primi di marzo stanziando 7.500 euro per ogni società cooperativa che a sua volta moltiplicherà l’importo assegnato per un massimo di 90 mila euro ciascuna, sulla scia di quanto stanziato anche in altri comuni – spiega il vicesindaco Francesco Monica -. Assieme ai promotori abbiamo dimostrato, di fronte ad un problema sentito, una grande sensibilità e una forte attenzione proponendo semplici e concrete soluzioni che possano aiutare le categorie interessate".

"E’ una iniziativa che, per quanto possa sembrare, nei numeri, non così eclatante, può risultare fondamentale perché permette di dare ossigeno in questo momento di questa grande difficoltà, a tante aziende che ne hanno veramente bisogno. Ma la cosa che deve essere sottolineata è l’unione di intenti da parte delle quattro componenti: l’amministrazione comunale, i Confidi, le associazioni di categoria e le banche.

Tante volte si parla di “sburocratizzare”, rimanendo un termine solo teorico, mentre questo accordo dimostra quanto si possa essere virtuosi e dare delle risposte veloci e puntuali - dichiara Angelo Faloppa, Presidente Confcommercio San Donà-Jesolo –. In qualità di consigliere della Prealpi San Biagio faccio notare quanto sia importante il rapporto con le banche del territorio, sempre disponibili ad aiutare le imprese in questo momento di grande difficoltà".

"Esprimo il mio più vivo apprezzamento per l’iniziativa per Cavallino-Treporti e per le aziende insediate – afferma Damiano Nardin, delegato di zona di Confartigianato Venezia -. Grazie a questo webinar possiamo avere gli adeguati e necessari approfondimenti per una pronta divulgazione alle nostre imprese. Un ringraziamento all’Amministrazione comunale che si è fatta portatrice di interesse per questo territorio".

Un incontro costruttivo, quello del webinar, che ha dato l’opportunità ad una trentina di partecipanti tra commercianti, ristoratori, parrucchieri, estetisti di avere informazioni puntuali in merito all’accesso al credito e alle garanzie promosse dal protocollo, quali la possibilità di finanziamento per un importo da 5 a 20 mila euro per una durata massima pari a 72 mesi di cui 24 di preammortamento con un tasso di interesse bancario fisso dello 0,70% annuo. E la possibilità di aver erogate le garanzie entro 15 giorni dalla raccolta della documentazione, con un notevole snellimento dell’iter.

Gli imprenditori interessati potranno già da oggi rivolgersi alla categoria di riferimento per essere indirizzati alle banche aderenti al progetto.

"Il nostro obiettivo è continuare a dare forza alle aziende che sono il motore del nostro territorio. Per ripartire c'è necessità di fiducia e garanzie - commenta il Direttore Generale di CMB Claudio Alessandrini – e, attraverso questa importante iniziativa del Comune di Cavallino-Treporti alla quale prendiamo parte, Centro Marca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia si riconferma Banca locale a contatto diretto con le imprese e con le famiglie. La missione del nostro Istituto si concretizza grazie anche a queste azioni, indispensabili per essere vicini alle persone e ridare loro sicurezza e speranza nel futuro".

"Come Bcc Pordenonese e Monsile – aggiunge il Direttore Generale Gianfranco Pilosio - da sempre cerchiamo di cogliere le istanze provenienti dal territorio, soprattutto in un periodo complesso come quello che stiamo vivendo. Con la firma del protocollo di oggi prosegue un percorso di sostegno alle comunità di riferimento che ci ha portato nel 2020 ad erogare oltre 341 milioni di euro di credito ad imprese e famiglie per progetti di crescita e sviluppo. Siamo consapevoli che nei prossimi mesi il nostro ruolo sarà ancora più determinante per far ripartire l’economia. Noi, come sempre, ci faremo trovare pronti".

Michele Bonesso, Direttore dell'area Venezia/Padova di Volksbank

"Siamo fieri di aver aderito a questa importante iniziativa, concepita per aiutare concretamente il tessuto economico locale. Grazie alla collaborazione tra istituzioni, Confidi e banche del territorio, da oggi le imprese di Cavallino-Treporti avranno a disposizione uno strumento in più per finanziare i propri progetti.

Carlo Antiga, Presidente di Banca Prealpi SanBiagio

"Banca Prealpi SanBiagio ha deciso di intervenire concretamente a supporto del tessuto economico e sociale della comunità, aderendo a questa iniziativa volta a sostenere le attività economiche che operano sul territorio. Fedele ai valori della cooperazione e del mutualismo che ci contraddistinguono, fin dagli esordi della pandemia il nostro Istituto di credito si è attivato a favore delle comunità con iniziative sia di carattere economico e sociale, per garantire la maggiore liquidità possibile al sistema e per sostenere gli operatori economici più duramente colpiti in questa fase delicata che tutto il territorio sta attraversando".