Regionale

Da Cà Foscari parte un progetto regionale per valorizzare le aziende

Focus sugli investimenti nel campo della responsabilità sociale

Da Cà Foscari parte un progetto regionale per valorizzare le aziende
Venezia, 28 Gennaio 2020 ore 11:45

In Veneto un progetto per valorizzare le imprese che investono in responsabilità sociale.

Parte da Cà Foscari un progetto per le aziende responsabili

Cooperative di pescatori attente all’impatto ambientale, aziende di produzione di gioielli che si interrogano e innovano su qualità, servizi e offerta nei confronti dei propri lavoratori e dei clienti, il recupero e riutilizzo degli scarti di lavorazione e dei prodotti che hanno terminato il loro ciclo di utilizzo; e ancora, piani di organizzazione d’impresa in un’ottica di welfare aziendale. Sono alcune delle esperienze di ‘aziende responsabili’ che faranno da filo conduttore all’evento di lancio, giovedì 30 gennaio, del progetto regionale  “La RSI come fattore strategico di sviluppo del territorio” finanziato con risorse FSE nell’ambito dell’iniziativa “Impresa responsabile”.

Nel campus scientifico dell’Università Ca’ Foscari a Mestre, in via Torino 155, giovedì (dalle ore 9.30 alle 17.30) si svolgerà una giornata di  confronto tra stakeholder, esperti, imprese e rappresentanti della pubblica amministrazione su sfide e criticità nel concorrere allo sviluppo sostenibile, modelli di responsabilità sociale d’impresa a favore della sostenibilità sociale e ambientale, e sui legame tra responsabilità sociale e competitività dell’impresa.

La Regione ha approvato 26 progetti di responsabilità sociale

A ottobre 2019 la Giunta regionale del Veneto ha approvato 26 progetti di responsabilità sociale d’impresa per un valore complessivo di 2,4 mln euro. Sono stati finanzianti in particolare progetti formativi a sostegno delle imprese e di modelli di consumo sostenibili nei alcuni ambiti di innovazione (manifattura, packaging, grafica, design, industrie creative, chimica, gomma, plastica, vetro, recupero e riciclo materie prime danneggiate, trasporti e logistica, agroalimentare e vitivinicolo, moda, tessile e made in Italy) con particolare attenzione alle nuove tecnologie e alle applicazioni collegate all’intelligenza artificiale. I progetti si concluderanno a marzo 2021.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità