Economia
Santa Maria di Sala

Crisi Speedline: l'azienda sospende la decisione di chiusura

L'assessore Donazzan: "Non accettiamo la chiusura dello stabilimento senza soluzioni alternative"

Crisi Speedline: l'azienda sospende la decisione di chiusura
Economia Venezia, 17 Dicembre 2021 ore 14:31

Si è svolta oggi su convocazione del MISE, in tempi rapidissimi come richiesto da Regione del Veneto con particolare riguardo del Presidente Zaia, la riunione del tavolo relativo alla situazione di crisi di Speedline di Santa Maria di Sala (VE).

Crisi Speedline, svolta nella vicenda: l'azienda sospende la decisione di chiusura

All’incontro ha partecipato l’Assessore regionale al lavoro Elena Donazzan con il supporto dell’Unità di Crisi aziendali e della Direzione Lavoro della Regione del Veneto.

Nel tavolo è emersa la compattezza di un territorio, di tutte le istituzioni coinvolte, delle parti datoriali e sindacali, nel valutare strategica l’attività produttiva e l’occupazione garantita dallo stabilimento Speedline che opera in un comparto strategico per il territorio regionale nazionale

È apparso evidente che la decisione di chiusura unilaterale da parte dell’azienda è legata a valutazioni preconcette e, dopo un ampio confronto fra tutte le parti, l’azienda ha valutato di sospendere la decisione della chiusura dello stabilimento.

“Il confronto con tutte le istituzioni e le parti sarà serrato e di merito, al fine di garantire la continuità del sito produttivo di Santa Maria di Sala – commenta l’Assessore Donazzan al termine -. Speedline è pezzo importante filiera automotive. Non accettiamo chiusura stabilimento senza soluzioni alternative. La Regione del Veneto sarà presente e garantirà il massimo supporto al fine di conseguire l’obiettivo a tutela dei lavoratori e del sito produttivo”.

Il commento del Governatore Luca Zaia

“Ringrazio il Ministro Giorgetti per la velocità e l’efficienza nel dare risposta alla mia richiesta di convocazione di un tavolo veloce e urgente su Speedline. Apprendo la notizia che per ora c’è una fase di sospensione della decisione di chiudere. Non dobbiamo abbassare la guardia e, soprattutto, dobbiamo fare in modo che si trovino le soluzioni per la salvare quei posti di lavoro e la continuità produttiva di un’azienda strategica per il Veneto e per l’automotive”.

Così il Presidente della Regione Luca Zaia commenta la notizia emersa oggi nel corso del tavolo convocato dal MISE in merito alla situazione di crisi della Speedline di Santa Maria di Sala, incontro nel corso del quale la proprietà ha annunciato di sospendere la decisione di chiudere lo stabilimento.

“Dobbiamo fare in modo di valorizzare un modello di filiera dell’automotive, che vogliamo sviluppare e potenziare in Veneto – conclude il Presidente Zaia -. Da parte nostra c’è la massima disponibilità a seguire la vertenza. Lo è anche da parte del MISE, che ringrazio nuovamente, e spero ci possa essere sempre a fianco in questa vertenza così importante per il territorio e per il Veneto tutto”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter