Il sindaco

Brugnaro: oggi insieme all’assessore Zuin per parlare delle manovre economiche

Una conferenza stampa mirata per raccontare le manovre economiche che verranno messe in atto e la distribuzione dei buoni spesa che avverrà già prima di Pasqua.

Venezia, 09 Aprile 2020 ore 18:26

 

Un focus per raccontare ai cittadini il lavoro svolto in questi giorni con la giunta comunale. Interessante l’intervento dell’assessore Zuin che spiega nel dettaglio come si procederà dal punto di vista economico.

 

La parola all’assessore

Il sindaco ha chiesto l’intervento dell’assessore Zuin. Grazie ad un bilancio efficiente è stato possibile anticipare circa 30 milioni per le famiglie della città Metropolitana e per le aziende. Si tratta di una manovra che prevede:

  • Tari spostata al 16 giugno, sia prima che seconda rata. Per determinate categorie, le tre rate verranno spostate a Novembre: si pensa, ad esempio, alle attività che hanno dovuto chiudere forzatamente a causa dei provvedimenti del governo
  • I versamenti dell’imposta per la pubblicità spostati al 30 settembre (unico versamento) o possono essere pagate in 4 rate. Lo stesso vale per l’occupazione del suolo pubblico. Il comune sta pensando di caricare sul proprio bilancio l’imposta, così che le imprese non debbano pagare per il periodo di chiusura. Sarà necessario però un intervento del governo.
  • Un posticipo dei versamenti per l’IMU, con una prima rata che è in pagamento per il 16 giugno. Per chi ha dovuto chiudere la propria attività, si pensa di rimandare questa scadenza.
  • La sospensione degli avvisi di accertamento di IMU, ICI, CIMP, COSAP e Tari dal primo aprile al 31 agosto.
  • La sospensione dei termini di versamento dei piani di rateizzazione per i piani edilizi
  • Il rinvio del versamento dell’imposta di soggiorno al 30 novembre ma con l’obbligo di fare la dichiarazione telematica ad aprile. Questo perché il comune ha bisogno di capire quali somme arriveranno nelle casse ma non vuole privare di liquidità coloro che operano nel settore.

Sono manovre che hanno preso piede anche in molti altri comuni: Venezia è stata la prima città a proporle e a riuscire a metterle in atto immediatamente. Si parla poi del turismo e delle difficoltà che dovrà affrontare la città nei prossimi mesi.

I buoni spesa

Già 1000 famiglie otterranno i buoni spesa prima di Pasqua. A consegnarli saranno i volontari della protezione civile e delle associazioni che si sono mobilitate. Tantissimi dipendenti del comune hanno partecipato, sempre da volontari, per la suddivisione e la consegna dei buoni. Il confezionamento dei buoni si è svolto oggi, presso il Casinò di Ca’ Noghera, in modo da poter tenere tutto sotto controllo.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità