Riscoperta

RiVEmo? Si, grazie! Al via la tre giorni di Behind Venice. “Promozione e collaborazione per il presente e il futuro di Venezia”

Nel cuore dell'artigianato, creando una rete di eccellenze e promozione culturale: il progetto di Behind Venice mette in vetrina il meglio della nostra città.

RiVEmo? Si, grazie! Al via la tre giorni di Behind Venice. “Promozione e collaborazione per il presente e il futuro di Venezia”
Venezia, 08 Settembre 2020 ore 16:23

Se sta scomparendo l’aspetto fisico del viaggio, non si può non correre ai ripari, creando un’alternativa virtuale che valorizzi il territorio: è questa l’idea di RiVEmo, l’evento di Behind Venice previsto per i giorni 12, 13 e 14 Settembre 2020.

Un bisogno che parte dal basso: raccontare una Venezia non tradizionale

Venezia ha un suo biglietto da visita enorme che è la sua storia e la sua tradizione ed è il momento di cogliere questa opportunità e mettere assieme più realtà e associazioni possibili: è questa l’idea di Alice Bianco, Sara Prian e Simone Padovani, i tre fondatori di Behind Venice e ideatori di RiVEmo. L’idea di “rete virtuosa” fa da filo rosso per i diversi eventi organizzati: creare una struttura in cui artigiani locali, addetti alla comunicazione e curiosi di tutto il mondo possano finalmente incontrarsi, lasciando spazio ad una comunicazione che sia il più possibile trasparente ed etica. “Promozione e collaborazione per il presente e il futuro di Venezia” spiegano gli organizzatori e, in effetti, sembra proprio che questo evento sia la novità che la città stava aspettando.

Fuori il turismo di massa, dentro la città con le sue sfumature

Più di 100 realtà tra associazioni, artigiani e botteghe tra Venezia e Murano, oltre 140 workshop educativi e artigianali (su prenotazione) che verranno trasmessi in streaming per dare visibilità alle realtà soffocate dal turismo di massa. Ci saranno tour con guide professioniste, itinerari, cacce al tesoro per bambini per vivere Venezia a misura d’uomo, lontano dai giri tradizionali e finalmente in una veste autentica. Nel programma ci sono anche aperitivi gratuiti in strutture che hanno messo a disposizione i loro spazi, dando così grande prova di apprezzamento per l’iniziativa.

La novità: una mappa interattiva con virtual tour

E’ stata elaborata anche una mappa interattiva (disponibile su behind venice.com) che racchiude le attività che hanno aderito a RiVEmo ma verrà implementata nel tempo con le altre realtà che vorranno mettersi in rete. Ogni attività indicata è raccontata con immagini e una scheda descrittiva in italiano e in inglese. Per ognuna, è disponibile un link di rimando per visitare la bottega dall’interno con un tour virtuale, dove conoscere gli artigiani, gli strumenti che usano e acquistare i prodotti.
La mappa ha non solo la funzione di facilitare turisti, ma anche di avvicinare le aziende alla ricerca di realtà veneziane per trovare informazioni utili per ampliare la propria attività o collaborare: un ottimo modo per fare rete anche con il resto d’Italia e del mondo.

Non un appuntamento ma una serie di incontri

Non si tratta dell’unico appuntamento, anzi: l’idea di Behind Venice è quella di ripetersi ogni due o tre mesi. In questo modo, si può creare una sorta di nuova abitudine, utile per imparare ad osservare la città con occhi diversi e andar fuori dai tour tradizionali. Tutte le info, oltre che sul sito ufficiale di Behind Venice, saranno disponibili anche sui canali social di RiVEmo.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità