La cultura non si ferma

Il Museo d’Arte Orientale di Venezia su YouTube: un viaggio virtuale nella collezione di Ca’ Pesaro

L'iniziativa del Mibact per riscoprire i tesori dei musei italiani: spiccano le eccellenze di Venezia.

Venezia, 19 Marzo 2020 ore 13:43

Eccellente iniziativa del Ministero dei Beni Culturali: mettere in rete brevi video che mostrano le meraviglie dei musei italiani. Anche il Museo di Arte Orientale di Ca’ Pesaro si racconta.

La collezione del principe Enrico di Borbone

Durante il suo viaggio intorno al mondo, svoltosi tra il 1887 e il 1889, il Principe Enrico di Borbone aveva acquistato oltre 30.000 pezzi tra opere d’arte, manufatti, tessili e arredi. Una collezione maestosa che testimoniava l’interesse del principe per l’arte e il fascino che l’Oriente aveva sulla classe nobiliare.

Un focus su quanto esposto

Oggi, il museo espone opere e oggetti del periodo Edo (1603 – 1868) che conquistano per la loro eleganza senza tempo. Incantevoli sono certamente i servizi da tè e i kimono in seta ma anche le armature, le spade dei cavalieri e decine di altri ritrovati che vengono accuratamente elencati nel video. I pezzi vengono elencati singolarmente e ripresi da più angolature per mostrare l’accuratezza dei dettagli e il pregio delle opere esposte.

Un’ottima occasione per chi vuole viaggiare da casa

Per chi non ha mai avuto occasione di visitare il museo o semplicemente per quanti vogliono ammirare nuovamente i singoli pezzi che compongono la collezione, il video sul canale YouTube del Mibact è davvero un’ottima proposta. Nelle pagine collegate è possibile trovare anche i video girati in altri musei italiani.

Altre proposte

Non si tratta dell’unica iniziativa da parte del Ministero. Sulla pagina La Cultura non si ferma sono state raccolte le diverse iniziative dei luoghi di cultura di Venezia. Biennale, ad esempio, propone gli spettacoli di danza, musica e teatro in streaming, mentre Peggy Guggenheim Collection offre visite virtuali al Palazzo Venier dei Leoni. La pagina è in continuo aggiornamento e molte istituzioni si sono dimostrare pronte a collaborare con i loro contributi.

 

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità