Menu
Cerca
La kermesse

Al via la 17esima edizione della Biennale di Architettura, il tema: "Come vivremo insieme?"

Quella partita sabato è davvero una mostra immersiva, con video, installazioni e illustrazioni di progetti. Sull'evento si è espresso anche il presidente della Camera Fico: "E' un simbolo del mondo che riparte anche dall'Italia".

Cultura Venezia, 24 Maggio 2021 ore 11:23

Uomini, comunità, insediamenti, confini. E ambienti. Come si legheranno queste "dimensioni" in futuro? E' proprio questo il tema sul quale i protagonisti della 17esima edizione della Biennale di Architettura si sono interrogati per offrire delle proposte personali. Idee in esposizione a Venezia, che torna a essere "motore" della cultura italiana e internazionale.


Al via la 17esima edizione della Biennale di Architettura, il tema: "Come vivremo insieme?"

Ha ufficialmente preso il via questo sabato la 17esima edizione della Biennale di Architettura a Venezia, curata dall'architetto libanese Hashim Sarkis. Ricco di significato il titolo dell'esposizione, "Come vivremo insieme?", che si compone di cinque aree tematiche, anche chiamate "scale": esseri umani, comunità emergenti, insediamenti, confini e pianeta.

La nuova edizione prova, dunque, a riallacciare la relazione con la dimensione fisica delle persone, e può contare su opere realizzate da 112 partecipanti provenienti da ben 46 Paesi differenti, quattro dei quali all'esordio: si tratta di Azerbaigian, Grenada, Iraq e Uzbekistan.

Quella partita sabato è davvero una mostra immersiva, con video, installazioni e illustrazioni di progetti. Sull'evento si è espresso anche il presidente della Camera Fico: "E' un simbolo del mondo che riparte anche dall'Italia".

Leone d'Oro alla carriera a Rafael Moneo

Si è tenuta sabato 22 maggio 2021, a Ca’ Giustinian la cerimonia di consegna del Leone d'Oro alla carriera a Rafael Moneo, architetto, docente, teorico dell’architettura e critico spagnolo. All'evento erano presenti il presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, il ministro della Cultura Dario Franceschini, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia e, in rappresentanza della città, il sindaco Luigi Brugnaro e il prefetto Vittorio Zappalorto. Ad aprire la cerimonia, che ha visto la presenza anche di alti rappresentanti istituzionali di Spagna, Emirati Arabi e Serbia, il direttore della Biennale Roberto Cicutto che ha salutato il suo predecessore Paolo Baratta, presente in sala.

La decisione di consegnare il riconoscimento a Moneo è stata presa dal Consiglio di amministrazione della Biennale di Venezia su proposta del curatore Hashim Sarkis, che ha presentato al pubblico in sala l'architetto spagnolo sostenendo che "si tratta di uno degli innovatori della sua generazione".

Il Leone d’Oro alla carriera, si sottolinea ancora nelle motivazioni, "si addice perfettamente all’architetto che ha preso parte al progetto abitativo della Giudecca nel 1983, che ha vinto il concorso internazionale per il nuovo Palazzo del Cinema al Lido di Venezia nel 1991 e che da Venezia ha ricavato più di una lezione per l’architettura".

A Moneo, sempre su iniziativa del curatore Sakis, è dedicato uno spazio espositivo all'interno del Padiglione del Libro ai Giardini con una selezione di plastici e di immagini degli edifici disegnati dell’architetto spagnolo.

6 foto Sfoglia la gallery