Sisma

Terremoto con epicentro a Eraclea, paura sul litorale: la terra ha tremato tra Jesolo e Caorle

La scossa è stata registrata meno di un'ora fa.

Terremoto con epicentro a Eraclea, paura sul litorale: la terra ha tremato tra Jesolo e Caorle
Cronaca Venezia, 14 Giugno 2021 ore 09:27

La terra ha tremato oggi, lunedì 14 giugno 2021, in Veneto a sei chilometri da Eraclea. Ma le scosse sono state percepite in tutta la regione.

Terremoto con epicentro a Eraclea, paura sul litorale: la terra ha tremato tra Jesolo e Caorle

Un sisma di magnitudo 3 con epicentro a Eraclea è stato registrato oggi, lunedì 14 giugno 2021, e le scosse - come riportato dall'istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia - sono state percepite un po' in tutta la regione.

Il terremoto si è sviluppato alle 8.31 (ora italiana) con coordinate geografiche (lat.lon) 45.58, 12.76 a una profondità di 31 chilometri. E' stato localizzato dalla sala sismica Ingv-Roma.

Il terremoto è stato localizzato:

36 Km a E di Venezia (263352 abitanti)
41 Km a E di Treviso (83731 abitanti)
42 Km a S di Pordenone (51229 abitanti)
65 Km a SW di Udine (99169 abitanti)
71 Km a E di Padova (210401 abitanti)
79 Km a W di Trieste (204420 abitanti)
94 Km a E di Vicenza (112953 abitanti)
94 Km a NE di Rovigo (51867 abitanti)

La magnitudo

In sismologia la magnitudo (in latino: magnitūdo, -ĭnis, "grandezza") è una misura indiretta dell'energia meccanica sprigionata da un evento sismico all'ipocentro, basandosi sull'ampiezza delle onde sismiche registrate dai sismografi in superficie. La magnitudo permette di risalire alla quantità totale di energia liberata dall'evento sismico.

Dato che le energie dei terremoti e di conseguenza le ampiezze delle onde sismiche hanno un campo di variazione estremamente ampio, il sismologo statunitense Charles Francis Richter stabilì nel 1935 un metodo per la classificazione dei terremoti in base alla potenza prendendo come riferimento una traccia di ampiezza 0,001 mm lasciata su un sismografo orizzontale a torsione del tipo Wood-Anderson relativa ad un sisma a 100 km di distanza. Il logaritmo dell'ampiezza massima registrata da un sismografo durante un sisma, messo in relazione all'ampiezza di riferimento, propone una scala di valori logaritmica delle energie registrate che venne successivamente detta scala Richter e può anche presentare valori negativi essendo logaritmica. (Fonte Wikipedia).