Spaccio di droga

Tenta di scappare e tampona i Carabinieri, 41enne arrestato a Noale: in auto oltre un chilo di cocaina!

Pregiudicato colto in flagranza di reato. In casa utilizzava un sistema di videosorveglianza molto articolato che consentiva di prevenire visite “indesiderate”.

Tenta di scappare e tampona i Carabinieri, 41enne arrestato a Noale: in auto oltre un chilo di cocaina!
Mirano, 18 Ottobre 2020 ore 10:46

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Venezia hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 41enne pregiudicato nullafacente.

Uno strano andirivieni dalla sua abitazione

Nella serata di venerdì scorso, 16 ottobre 2020, a Noale, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Venezia hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 41enne pregiudicato nullafacente, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina, aggravata dall’ingente quantità. Da qualche settimana i militari avevano rilevato un insolito via vai dalla casa del pregiudicato tanto da far presumere una fiorente attività di spaccio.

Tenta la fuga e tampona i Carabinieri

Venerdì pertanto hanno deciso di controllare il pregiudicato nel mentre rientrava presso la sua abitazione onde procedere a perquisizione domiciliare. I militari, dopo essersi qualificati e intimato l’alt all’autovettura condotta dal pregiudicato, notavano che l’uomo – con una repentina manovra – tentava di darsi alla fuga impattando in retromarcia contro l’autovettura dei Carabinieri operanti.

Tenta di scappare e tampona i Carabinieri, 41enne arrestato a Noale: in auto oltre un chilo di cocaina!

Casa protetta dal “grande fratello”

L’immediata perquisizione dell’autovettura consentiva di rinvenire occultata tra i sedili del vano posteriore un panetto di cocaina per complessivi 1.100 grammi. La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire la somma contante di 1.700 euro, alcuni grammi di marijuana ed hashish nonché un sistema di videosorveglianza molto articolato che consentiva di prevenire visite “indesiderate”. L’arrestato, al termine delle formalità di rito è stato associato presso la casa circondariale di Venezia in attesa del giudizio di convalida che si terrà nei prossimi giorni.

Top news
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità