Cronaca
Nel suo studio a Mestre

Ragazzina narcotizzata e violentata dal medico, si convince a denunciare solo dopo una puntata delle Iene

Il medico orco era stato incastrato grazie all'impegno di una donna con una telecamera nascosta addosso. Ma una seconda vittima si è fatta coraggio: il dottore le ha messo le mani addosso quando lei aveva solo 15 anni

Ragazzina narcotizzata e violentata dal medico, si convince a denunciare solo dopo una puntata delle Iene
Cronaca Mestre, 13 Ottobre 2021 ore 16:10

Inizialmente era stata una donna, grazie all'impegno delle Iene, a incastrarlo con una telecamera nascosta addosso. E con quel gesto, il dottor Muhammad Abdulstar era stato condannato a sei anni e otto mesi.

Ragazzina narcotizzata e violentata dal medico

Ma poi, qualche anno dopo, proprio grazie a quella puntata delle Iene, un'altra persona si è fatta avanti. Si tratta di una ragazza, che ai tempi della violenza, nell'autunno del 2014, aveva solo 15 anni. Il medico di base psicoterapeuta di origini irachene con studio in via Milano a Mestre è stato condannato nel mese di luglio, ma nei giorni scorsi sono state depositate le motivazioni della sentenza, svelando anche qualche dettaglio in più sul comportamento del medico orco.

Si convince a denunciare solo dopo una puntata delle Iene

La giovane, infatti, ha raccontato che conosceva il dottore da diverso tempo, per motivi famigliari. E quel giorno era passato dal suo studio per salutarlo. Ma da lì, lui, l'avrebbe condotta a casa sua, e dopo essersi tolto la maglietta e l'avrebbe costretta ad accarezzarlo, prima sul petto e poi, anche più in giù. Nel frattempo la giovanissima aveva perso i sensi per circa un'ora e mezza. Tra le accuse, dunque, c'è anche quella che possa averla narcotizzata e violentata.

Il modus operandi

Un anno dopo l'accaduto, la ragazzina aveva raccontato quanto successo alla mamma. E per il giudice non c'è alcun dubbio sul fatto che la giovanissima potesse essere o meno consensuale. In quanto minore di età, infatti, aveva le difese abbassate. E poi c'è un altro aspetto: anche l'altra donna violentata ha raccontato di aver bevuto un bicchiere d'acqua e di aver sentito un giramento di testa.

Questo caso era stato diverso da quello con la ragazzina: la donna si era rivolta al medico perché depressa per la relazione con il marito. E lui, inizialmente l'aveva solo abbracciata, poi l'aveva spogliata e aveva avuto un rapporto sessuale mentre lei aveva gli occhi chiusi. La prova fu proprio registrata nel video delle Iene, in cui lui ammetteva tutto.

Qui il link della puntata