Cronaca
Abano Terme

Primo, secondo, dolce e... cocaina: gestore del ristorante incastrato dal bigliettino con l'indirizzo

Arrestato di nuovo il 56enne veneziano, ma domiciliato ad Abano Terme, Daniele Corradini, ex gestore della "Hosteria degli Anzoi" di Montegrotto.

Primo, secondo, dolce e... cocaina: gestore del ristorante incastrato dal bigliettino con l'indirizzo
Cronaca Venezia, 06 Ottobre 2021 ore 14:32

Nuovamente arrestato Daniele Corradini, 56enne veneziano, ma con domicilio ad Abano Terme.

Nel suo ristorante i clienti consumavano anche cocaina

Ieri pomeriggio, martedì 5 ottobre 2021 ad un anno esatto, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Abano Terme hanno nuovamente arrestato Daniele Corradini, 56enne veneziano, ma con domicilio ad Abano Terme (PD). L’uomo dovrà scontare una pena di quasi 4 anni di reclusione (anni 3, mesi 11 e gg. 6) e versare una multa pari a euro 14.000,00 a seguito di una condanna per spaccio di sostanze stupefacenti.

Quanto sopra è l’epilogo di un controllo avvenuto la sera del 24.11.2016, nelle vicinanze del casello autostradale “Terme Euganee” di Due Carrare (PD). Oggetto del controllo una Fiat Punto di colore nero con a bordo Andrei Bogdan Cirjan, 31enne e Marius Alexandru Traian Dorot, 20 enne, entrambi Romeni residenti a Ronchi dei Legionari (GO), arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Il misterioso biglietto con l'indirizzo del locale

Durante la perquisizione era stata trovata una busta contenente 98 grammi di cocaina e la somma di 2.770,00 Euro, nonché un bigliettino con la dicitura: “Osteria ai Anzoi, via scavi Montegrotto Terme (PD) uscita autostrada Terme Euganee”.

Le indagini successivamente intraprese per verificare il singolare indizio emerso durante il controllo, in relazione al bigliettino trovato e sequestrato, hanno consentito di stabilire che i due romeni avevano ricevuto lo stupefacente proprio da Daniele Corradini, all’epoca gestore del locale. Dopo l’iter processuale, seguito a cura del sostituto procuratore Benedetto Roberti, il processo si è concluso con la condanna e il successivo arresto.

Marijuana e cocaina consumate nel ristorante

Corradini non è nuovo a queste condotte. Infatti, il 25 settembre 2020 era stato arrestato dagli stessi Carabinieri, a conclusione di una prolungata indagine finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nell’area del bacino termale. Infatti, al termine della citata attività investigativa, gli operanti avevano potuto stabilire come oltre a detenere marijuana nel magazzino del ristorante “Hostaria degli Anzoi” di Montegrotto Terme, da lui all’epoca gestito, consentiva ai clienti di consumare della cocaina, che lui stesso procurava e preparava, nell’area adibita a magazzino. Nel contesto di quell’indagine vennero recuperati un chilo e settecento grammi di marijuana e documentate, anche con delle riprese video, le assunzioni di cocaina.

Corradini, dopo le formalità di rito conseguenti al suo arresto, è stato associato alla Casa Circondariale di Padova.