Eccellenze

Nuovo asilo al parco Piraghetto. De Martin: “Abbiamo trovato le soluzioni per il futuro dei nostri bambini

La struttura sarà realizzata in bioedilizia con fonti di energia rinnovabili e farà parte del progetto di ampliamento del parco.

Nuovo asilo al parco Piraghetto. De Martin: “Abbiamo trovato le soluzioni per il futuro dei nostri bambini
Venezia, 03 Luglio 2020 ore 10:34

E’ stata appena ufficializzata la notizia che la Giunta comunale ha approvato, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin, alla delibera di Consiglio comunale finalizzata alla realizzazione dell’asilo comunale “Millecolori” in via Catalani mediante la realizzazione di una nuova struttura integrata nel verde.

Struttura in bioedilizia e realizzata con fonti di energia rinnovabili

La delibera prevede di riconoscere alla società CEV un credito edilizio in compensazione alla riduzione di volume edificato sul progetto dell’area “Ex Luzzati” dove era prevista precedentemente la realizzazione dell’Asilo.

“La delibera in questione – commenta la presidente della Commissione Urbanistica Lorenza Lavini – stabilisce che la costruzione del nuovo asilo non sarà più nell’area della scuola Querini, ma in una porzione del Parco Piraghetto. Si tratterà di una struttura in bioedilizia, con fonti di energia rinnovabili, in tecnologia X-lam tutta in legno lamellare. Al contempo si adopereranno sistemi di costruzione su un unico piano, con una viabilità di accesso rivista data la nuova funzione dell’area e ponendo attenzione alla salvaguardia delle piante attuali. Per quanto riguarda la scuola ex Luzzati si stabilisce che il nuovo fabbricato avrà la la stessa altezza di quello esistente e, grazie al sistema di “crediti edilizi”, alla società C.E.V. S.p.A. verrà riconosciuto il trasferimento della cubatura aggiuntiva, pari a 4.696 mq, prevista dal “piano casa” in altra area all’intero del Comune”.

Il commento dell’assessore De Martin

L’idea è quella di creare una struttura all’avanguardia, perfettamente integrata con il contesto e che possa aiutare ad ampliare il Parco Piraghetto, ottimizzandone lo spazio.

Si tratta di una delibera che mette fine ad una vicenda che dura da anni – commenta De Martin – e che questa Amministrazione ha voluto portare avanti ascoltando i cittadini e avendo anche il coraggio di rivedere decisioni già prese. Un sincero ringraziamento va ai proprietari della struttura ex Luzzati che, pur vantando diritti leggimi, hanno ascoltato le esigenze del territorio e hanno accettato di utilizzare, per la prima volta nella storia dell’urbanistica del Comune di Venezia, l’istituto dei “crediti edilizi”, mantenendo così la Querini allo status attuale e prevedendo la costruzione di nuovo asilo tecnologicamente all’avanguardia. Nasce così un’operazione che si sviluppa all’interno del più ampio progetto di ampliamento del Parco Piraghetto, così come definito con l’accordo della stazione di Mestre, recuperando l’area retrostante lo scalo ferroviario nell’ambito urbano e andando a destinarla alla realizzazione di una nuova area cani in sostituzione di quella attuale che lascerà spazio al nuovo asilo. Ascolto e coraggio sono alla base di questo importante risultato e con questo spirito continueremo a dialogare con la Città per trovare assieme le soluzioni migliori per il futuro del nostro territorio e, in questo caso, dei nostri bambini che potranno godere di una struttura d’eccellenza”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità