Cronaca
Torna l'incubo a Mestre

Morto di overdose in un'area abbandonata: è il quarto caso da gennaio

La vittima è un padovano di 51 anni. Sono stati alcuni passanti a notare il corpo senza vita. E ora si inizia a riflettere su quella che ormai è una vera e propria emergenza...

Morto di overdose in un'area abbandonata: è il quarto caso da gennaio
Cronaca Mestre, 29 Maggio 2022 ore 11:57

Ancora un morto per droga. Il quarto, per essere precisi, da gennaio. E tanto basta per lanciare un primo importante allarme in città: torna l'incubo della droga. Torna, occorre dire, seppure non sia mai sparito totalmente... La vera differenza, ora, la fanno i decessi. Troppi quelli provocati da overdose. A dare notizia di questa ultima tragedia è stato Giampaolo Conte, amministratore di una pagina Facebook, "E robe del quartiere", da sempre molto attenta a raccontare, senza troppi filtri, quanto avviene a Mestre. Soprattutto, evidentemente, nel quartiere di via Piave, tristemente noto per la presenza di una densa attività di spaccio di stupefacenti.

Morto di overdose in un'area abbandonata: è il quarto caso da gennaio

Vicino al corpo del deceduto, un 51enne di origini padovane, è stata rinvenuta una siringa. Il ritrovamento è avvenuto verso le 13 di giovedì 26 gennaio 2022. Sul posto si sono diretti gli agenti della Polizia di Stato e anche i sanitari. Ma ogni tentativo di rianimarlo è stato inutile. L'uomo era già morto da tempo. Alle 16 poi è arrivata l'agenzia funebre per portare via il corpo e metterlo a disposizione dell'autorità giudiziaria. Quattro, si diceva, i decessi per droga dall'inizio dell'anno. Anche se i numeri potrebbero essere più alti. Si parla, infatti, di sette morti tenendo conto quelle avvenute il 28 aprile a distanza di un'ora in due strade vicine.

Si era trattato di un 60enne trovato senza vita in via Garigliano, e, solo un'ora più tardi, un 49enne in via Rielta. Forse sono morti per aver assunto la stessa sostanza. Nel mese di gennaio, poi, un 38enne friulano era stato trovato morto in un albergo in via Ca' Marcello. Pochi giorni dopo fu trovato deceduto nell'abitazione della madre un 40enne veneziano, a metà marzo un 24enne di Pordenone è stato soccorso ma era già in arresto cardiaco. Torna dunque l'incubo eroina gialla: e Mestre si riprende il triste "record" di morti per droga conquistato prima della pandemia.

Foto di copertina: gruppo Facebook "E robe del quartiere"

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter