Polizia locale

Monopattino elettrico rubato a Mestre: denunciato per ricettazione papà moldavo

Un ragazzo ha avvicinato gli agenti in piazza Ferretto sostenendo che quello fosse proprio il suo mezzo, solo che era tra le mani di un altro giovane.

Monopattino elettrico rubato a Mestre: denunciato per ricettazione papà moldavo
Mestre, 27 Agosto 2020 ore 16:36

Continua l’attività della Polizia locale del Comune di Venezia per il controllo del territorio.

Ha riconosciuto il suo monopattino

Nei giorni scorsi una pattuglia della Sezione territoriale di Mestre, in servizio di vigilanza in piazza Ferretto, è stata avvicinata da un ragazzo che sosteneva di aver riconosciuto il proprio monopattino elettrico, che gli era stato rubato il primo di luglio, tra le mani di un altro giovane.

Glielo aveva acquistato il papà

Dopo una breve ricerca gli agenti hanno rintracciato il giovane, un minore residente a Mestre, e hanno provveduto a fermarlo. La descrizione dettagliata di alcune caratteristiche non di serie del mezzo ha consentito alla Polizia locale di procedere al sequestro giudiziario del veicolo e di avviare le indagini: è emerso come il monopattino fosse stato acquistato tre settimane prima, al parco Albanese al costo di 150 euro, dal padre del minore, un cittadino moldavo residente a Mestre.

Denunciato per ricettazione

L’uomo è stato deferito all’Autorità giudiziaria per il reato di ricettazione. In una nota il Comando della Polizia locale sottolinea come verrà mantenuta alta l’attenzione sui reati predatori che potranno interessare i nuovi veicoli elettrici utilizzati per la mobilità urbana.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità