Mira

Mira: blitz antidroga, i Carabinieri si trovano davanti una Santabarbara

un vero deposito militare con decine di pistole, fucili di vario tipo, una mitraglietta da guerra

Mira: blitz antidroga, i Carabinieri si trovano davanti una Santabarbara
Mirano, 19 Febbraio 2020 ore 09:35

Mira: blitz antidroga, i Carabinieri si trovano davanti una Santabarbara.

Lo perquisiscono per droga: trovano un arsenale militare

I militari dell’Arma lunedì 18 febbraio 2020, nel corso di un controllo, hanno fermato un italiano alla guida di una BMW scura. Nel perquisire l’auto è stato rinvenuto  un etto di cocaina. Gli investigatori hanno quindi deciso di fare una perquisizione nella casa dell’indagato, certi di trovare altra droga. Arrivati a casa dell’uomo, l’incredibile sorpresa.  I Carabinieri hanno scoperto un vero e proprio arsenale militare costituito da decine di pistole, fucili di vario tipo, una mitraglietta, dell’esplosivo e molto altro materiale tra cui carte d’identità oggetto di furto. A finire nei guai è stato Diego Simion, 58 anni, dipendente della municipalizzata Veritas.

L’elenco delle armi sequestrate

L’elenco delle Armi rinvenute è notevole: 11 pistole, di cui 3 con matricola abrasa e 2 a salve con il consueto tappo rosso; un fucile sovrapposto; un fucile a pompa; una mitraglietta Scorpion con silenziatore; due fucili ad aria compressa; oltre 500 munizioni di vario calibro e 2 panetti di esplosivo al plastico proveniente dall’est Europa per 626 grammi totali, con miccia e detonatore. Le armi erano detenute illegalmente, nascoste in varie intercapedini della casa e nel doppio fondo della copertura di un ricovero per attrezzi del giardino.

Carte d’identità “in bianco” rubate e marche da bollo

Oltre alle armi i Carabinieri hanno trovato 60 carte d’identità in bianco, risultate rubate dal Comune di Musile di Piave, e circa duemila marche da bollo per un valore totale di 35mila euro. Al termine degli accertamenti, il 58enne è stato portato in carcere a Venezia.

 

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei