Unità cinofile in azione

Mestre, Via Dante: fermati due pusher in flagranza di reato

Proseguono i controlli a seguito delle segnalazioni dei residenti delle vie del centro di Mestre: questa volta, due casi a distanza di poche ore

Mestre, Via Dante: fermati due pusher in flagranza di reato
Mestre, 05 Maggio 2020 ore 17:35
E’ successo nel tardo pomeriggio di ieri, 04 maggio 2020, poco dopo le 17.30. Le forze del Nucleo cinofilo e del Nucleo pronto impiego si trovavano nel quartiere Piave per fare alcuni accertamenti a seguito delle segnalazioni di alcuni residenti. Ecco cosa hanno trovato…

Due casi in poche ore

 

Dopo essere arrivati sul posto, gli agenti hanno trovato non uno ma ben due pusher che, separatamente, si dedicavano all’attività di spaccio nella nota Via Dante.
Le forze dell’ordine hanno notato il tentativo di fuga di un individuo che, in sella a una bici, si è diretto verso il sottopasso ciclopedonale in via Dante. L’uomo, prontamente bloccato, è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana, subito individuate dall’unità cinofila e pronte per lo spaccio.
Gli agenti hanno quindi deciso perquisire i locali di un affittacamere di Marghera, dove l’uomo perquisito aveva dichiarato di risiedere. A seguito dei nuovi controlli, sono state rinvenute ulteriori dosi di marijuana. Dopo alcuni accertamenti, l’uomo è risultato essere un cittadino di nazionalità libica di 21 anni, deferito per il reato di detenzione ai fini di spaccio.

Il secondo episodio

 

Poco prima delle ore 20, invece, le radiomobili hanno raggiunto nuovamente via Dante, a seguito di ulteriori segnalazioni sulla presenza di alcuni presunti spacciatori di fronte ad un noto hotel. Alla vista delle auto della Polizia locale, due individui hanno tentato di allontanarsi a piedi. Anche in questo caso, gli agenti hanno immediatamente bloccato gli uomini e proceduto alla perquisizione. Il fiuto dell’unità cinofila ha confermato tutti i sospetti: uno dei due individui, un cittadino albanese, è stato segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti (aveva con sé alcune dosi di marijuana per uso personale), mentre il secondo, un cittadino turco di 23 anni, è stato trovato in possesso di sei dosi di cocaina, singolarmente confezionate e probabilmente pronte per la vendita.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità