Assurdo!

Mestre: divieto di avvicinamento per lo “stalker delle pizze”. Vittima l’ex moglie.

La donna era stata anche percossa ripetutamente dall'uomo. Ecco come è andata...

Mestre: divieto di avvicinamento per lo “stalker delle pizze”. Vittima l’ex moglie.
Mestre, 20 Giugno 2020 ore 13:44

Lo scorso giovedì, 18 giugno 2020, gli agenti del Commissariato di Mestre hanno eseguito la misura che dispone il “divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa e alla stessa persona offesa” nei confronti di un cinquantenne italiano residente a Mestre.

Cosa è successo

La misura, disposta dall’Autorità giudiziaria, era stata richiesta dalla polizia in seguito alle ripetute denunce che la vittima, ex moglie, aveva presentato contro l’uomo, che evidentemente non riusciva ad accettare la separazione: nelle denunce infatti la vittima ha lamentato continue molestie e minacce da parte dell’uomo, che era arrivato anche a seguirla, a stazionare davanti all’abitazione, a suonare insistentemente il campanello, a colpire con calci e pugni la porta d’ingresso, fino a stendersi davanti al garage per impedirle di usare l’auto. In una circostanza era arrivato anche a percuoterla. I comportamenti persecutori e molesti si riproponevano in qualunque ora del giorno e della notte. In diverse occasioni, l’ex marito aveva anche tentato di far recapitare a casa della signora alcune pizze, nel tentativo poi di entrare nell’abitazione all’atto della consegna. Questi comportamenti si sono interrotti ieri, quando, attivata la procedura del c.d. codice rosso, e’ stata formalmente eseguita dalla Polizia di Stato la misura cautelare disposta dal magistrato. Come previsto da questa misura, l’uomo non potrà avvicinarsi alla ex moglie ad una distanza inferiore ai 200 metri in ogni luogo frequentato dalla stessa, con ulteriore divieto di ogni comunicazione, diretta o indiretta.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità