Cronaca
Video e foto

Mareggiata Jesolo, il sindaco: "Conta dei danni in corso, potremmo superare il milione di euro"

Portati via circa 30mila metri cubi di sabbia. De Zotti: "Abbiamo temuto fosse anche molto peggio di così".

Cronaca Jesolo e Lignano, 23 Novembre 2022 ore 15:31

In estrema sintesi: danni su circa 4 chilometri di arenile, nella zona Pineta; portati via circa 30mila metri cubi di sabbia. Danni per circa 1 milione di euro, tra sabbia, passeggiata e bagni.

Mareggiata Jesolo, il sindaco: "Conta dei danni in corso, potremmo superare il milione di euro"

Il punto con il sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti all'indomani della mareggiata.

"La conta dei danni è in corso ma, in generale, possiamo affermare che fortunatamente sono stati più contenuti di quanto inizialmente temuto. In spiaggia, la duna di contenimento dell'alta marea ha funzionato ancora una volta fronteggiando la forza delle onde mentre alcuni punti della costa, quelli che storicamente soffrono di più questi eventi, hanno subito gli effetti maggiori.

20221123_121203_resized
Foto 1 di 4
20221123_121521_resized
Foto 2 di 4
spiaggia1
Foto 3 di 4
20221123_121905_resized
Foto 4 di 4

Sul resto del territorio, fortunatamente, non si sono registrati gravi danni a persone o cose nonostante si sia reso necessario intervenire per mettere in sicurezza alcuni rami d’albero. Abbiamo registrato la caduta di un pino lungo via Bafile su un’auto all’interno della quale non vi era nessuno. Questo evento ha determinato la rottura di una tubatura dell’acqua e di una linea telefonica, che nel corso della mattinata saranno comunque ripristinate. Sto seguendo personalmente insieme agli assessori sia l'evoluzione della situazione che la conta dei danni, che potrebbero superare il milione di euro considerando l’intero territorio comunale, tenendoci in contatto con gli operatori.

Lo faremo almeno per i prossimi due giorni, secondo le previsioni. Attendiamo l’esito dei rilievi per avviare i passi successivi e mettere in campo tutte le azioni del caso. Resta al centro dell’attenzione il tema della sicurezza idraulica del territorio, che coinvolge certamente il litorale ma anche i corsi d’acqua”.

L'intervista ad Antonio Facco di Federconsorzi Arenili

Seguici sui nostri canali