Cronaca
Il gesto encomiabile

Magazzinieri eroi bloccano il rapinatore: aveva derubato e malmenato una 33enne

La donna aveva appena finito il turno e stava tornando a casa. Ma il malvivente era disposto a tutto pur di razziarle il portafogli... peccato che non abbia fatto i conti con due lavoratori eroici

Magazzinieri eroi bloccano il rapinatore: aveva derubato e malmenato una 33enne
Cronaca Venezia, 07 Ottobre 2021 ore 10:23

Aveva appena finito il turno lavorativo. Erano le 5.30 del mattino e stava per tornare nella sua abitazione. Ma a un certo punto si è trovata davanti un 30enne liberiano, che l'ha malmenata e derubata, salvo poi saltare su un vaporetto per tentare di far perdere le tracce.

Magazzinieri eroi bloccano il rapinatore: aveva derubato e malmenato una 33enne

La sua fuga, tuttavia, è durata davvero poco. E questo per il gesto eroico di due lavoratori, due magazzinieri che si trovavano già al lavoro alle prime luci del giorno: allertati dalle urla della vittima, hanno inseguito il rapinatore, hanno bloccato il vaporetto e poi l'hanno arrestato da privati cittadini. Come previsto dalla Legge. E poi hanno aspettato l'arrivo dei Carabinieri del nucleo natanti.

Venezia, Ponte di Rialto, ore 5.30

La vicenda si è consumata martedì a Venezia, nella zona di Rialto. La vittima è una donna delle pulizie che aveva appena finito la sua lunga giornata di lavoro, letteralmente fermata da un 30enne di origini liberiane, che non ha esitato a colpire la vittima con un pugno sul volto, prima di strapparle la borsa e poi fuggire su un vaporetto.

Il gesto encomiabile

Ha preso i soldi dal portafogli e ha gettato tutto nel canale, si è messo a correre attraversando il ponte di Rialto, e, sulla riva opposta del Canal Grande è salito a bordo di un vaporetto in partenza proprio in quel momento. Ma dietro di lui, due magazzinieri che stavano lavorando in una rimessa della zona, avevano visto tutto e non hanno avuto esitazioni.

"Comandante, fermi il vaporetto"

Si sono messi all'inseguimento e una volta davanti all'imbarcadero hanno chiesto al comandante del mezzo di fermare la corsa. E così è stato. Il delinquente è stato immobilizzato ed è stato riconosciuto dalla vittima: ora dovrà rispondere davanti agli uomini dell'Arma dei Carabinieri di rapina e lesioni.