Polizia di Stato

Lo avvicina proponendo sesso a pagamento, ma è una scusa: rapinato 53enne

E' successo stanotte in via della Navigazione Interna nel padovano. Vittima un 53enne veneziano.

Lo avvicina proponendo sesso a pagamento, ma è una scusa: rapinato 53enne
Cronaca Venezia, 14 Giugno 2021 ore 14:41

Sul posto gli agenti hanno rintracciato il richiedente, un 53enne della provincia di Venezia, il quale ha riferito loro di essere stato poco prima avvicinato da un uomo straniero per una prestazione sessuale.

Prima lo avvicina per una prestazione sessuale, poi lo deruba

Stanotte una pattuglia della Sezione Volanti è intervenuta in via della Navigazione Interna per segnalazione di un  furto all’interno di un’autovettura. Sul posto gli agenti hanno rintracciato il richiedente, un 53enne della provincia di Venezia, il quale ha riferito loro di essere stato poco prima avvicinato da un uomo straniero per una prestazione sessuale.

Al rifiuto da parte del segnalante ne è scaturita una lite nel corso della quale lo straniero, approfittando che l’autovettura del 53enne era rimasta aperta, si era introdotto nell’abitacolo rovistando nel vano oggetti del cruscotto per poi uscire e dileguarsi a bordo della bicicletta.

Il segnalante, verificando se vi fosse qualche ammanco, non rinveniva più nell’abitacolo della macchina il portadocumenti contenente i documenti relativi alla stessa.

Gli agenti, dopo aver rintracciato l’uomo, un 38enne del Marocco, in via Undicesima Strada, lo hanno sottoposto a controllo, rinvenendo lungo la strada la refurtiva di cui lo straniero aveva tentato di disfarsi.

Nel frattempo è giunto sul posto il richiedente il quale riconosceva la persona fermata dagli agenti come quella con cui poco prima aveva avuto la lite. Il 38enne, accompagnato in Questura, rifiutando di fornire le compiute generalità e inveendo contro gli agenti, è stato indagato per tentato furto aggravato, e false dichiarazioni a Pubblico Ufficiale, per poi essere messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione.