Costa Crociera

Il Sindaco Brugnaro: “Contrari all’attracco di navi da crociera nel porto di Venezia”

Non solo Costa Victoria ma anche altre due navi avrebbero chiesto di poter attraccare al porto di Marittima. Ferma la replica del sindaco.

Il Sindaco Brugnaro: “Contrari all’attracco di navi da crociera nel porto di Venezia”
Venezia, 23 Marzo 2020 ore 15:03

Dopo tante richieste, arriva finalmente l’intervento del Sindaco Luigi Brugnaro sulla dibattuta possibilità di far attraccare ben tre navi da crociera nel porto di Marittima.

Il punto della situazione

Oltre a Costa Victoria, altre due navi da crociera hanno chiesto di attraccare a Venezia, tra fine marzo e la prima metà di aprile. Le imbarcazioni, già in mare da diverso tempo, dovrebbero completare il proprio itinerario nella città lagunare. Il problema è che non si conoscono le condizioni di salute di quanti si trovano a bordo. Nel caso in cui ci siano dei passeggeri infettati dal virus Covid 19, gli ospedali non sarebbero in grado di curarli, in quanto già sovraffollati per l’alto numero di contagiati.
Costa Crociere ha già comunicato che a bordo della Costa Victoria ci sarebbero soltanto 700 passeggeri, a fronte di una capacità di 1900: molti ospiti, infatti, sarebbero già stati sbarcati anticipatamente mentre gli altri attendono di tornare a terra, nelle modalità e nei tempi previsti dalle Autorità italiane e dalle Ambasciate dei Paesi di appartenenza dei passeggeri.

Cosa chiede il sindaco

Fino alla fine dell’emergenza e fino a nuovo ordine viene chiesto che venga bloccato il traffico delle navi da crociera che solitamente transitano lungo la laguna. Si tratta di una richiesta ben comprensibile ma che dovrà essere approvata dalle autorità competenti.
Il Sindaco si è sempre dichiarato un fermo sostenitore del traffico crocieristico: nonostante le molte critiche a riguardo, il transito delle navi continua ad essere una delle maggiori fonti di introito per il Comune e per i commercianti. A fine pandemia, con la regolare ripresa delle Crociere, il passaggio potrebbe non essere più attraverso San Marco e il Canale della Giudecca ma attraverso Marghera: si tratta di una proposta già avanzata da tempo dal Comitato No Grandi Navi e che potrebbe finalmente essere ascoltata ma questo è un altro capitolo.

Non solo a Venezia

Anche a Pavia Costa Crociere era rimasta nel limbo per un lungo periodo, prima di poter finalmente far tornare a casa i suoi passeggeri. In quel caso, però, si era deciso di far rimanere a bordo della nave i passeggeri contagiati mentre erano state predisposte dalla C.R.I. delle navette con autista incaricate di accompagnare a casa i passeggeri sani.
Continueremo a seguire la vicenda anche nei prossimi giorni per ulteriori sviluppi.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: