Martellago

Jennifer uccisa al nono mese di gravidanza: nessun risarcimento alla famiglia

Lo hanno deciso i giudici della corte di appello di Roma.

Mestre, 04 Febbraio 2020 ore 10:26

Jennifer uccisa al nono mese di gravidanza: nessun risarcimento alla famiglia.

Uccisa al nono mese dal fidanzato: nessun risarcimento

La familiari di Jennifer Zacconi, la 20enne uccisa e sepolta viva nel 2006 a Martellago dal suo amante, non hanno diritto a ottenere un risarcimento di 80mila euro dalla presidenza del Consiglio. Lo ha stabilito il 3 febbraio 2020 la Corte d’Appello di Roma, prima sezione civile, che ha deciso di non concedere l’indennizzo alla mamma e al nonno della ragazza.

L’assassino condannato a 30 anni

Per l’omicidio è già stato condannato l’assassino, Lucio Niero. L’assassino aveva 34 anni quando strangolò la ragazza, “colpevole” di non voler abortire. La seppellì quando Jennifer respirava ancora. Niero è stato condannato dalla Cassazione a 30 anni di carcere.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei