Menu
Cerca
Mestrino arrestato

Il "boss" della droga girava in auto con la patente revocata

Teneva le fila di una piccola ma fiorente rete di spaccio. E quando si è reputato che fosse il momento giusto, i Carabinieri sono entrati in azione.

Il "boss" della droga girava in auto con la patente revocata
Cronaca Mestre, 28 Maggio 2021 ore 11:14

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Tenenza di Mira, hanno tratto in arresto M.L., pregiudicato classe 1970, per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il "boss" della droga girava in auto con la patente revocata

Ad aggravare e rendere particolare la vicenda è il fatto che l’italiano, trovato in possesso di 75 grammi di cocaina e 35 grammi di hashish, si trovava alla guida della propria auto in Malcontenta, con la patente revocata.

I fatti si sono svolti nel tardo pomeriggio; i militari della Tenenza di Mira, che da giorni seguivano le mosse del mestrino, soggetto che sembrava tenere le fila di una piccola ma fiorente rete di spaccio, decidono che è il giusto momento per intervenire. Il dispositivo viene dispiegato e, una volta avuto contezza dello spaccio in corso, i Carabinieri agiscono.

Lo spacciatore viene immediatamente bloccato dagli operanti e trovato in possesso di cocaina e hashish, come detto, in parte occultati tra gli indumenti intimi ed in parte nell’autovettura.

Il fermato, al termine delle operazioni, è stato pertanto dichiarato in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, procedendo al sequestro dello stupefacente e ponendolo in regime di arresti domiciliari, su disposizione del Magistrato.

Il controllo rientra nel piano di prevenzione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti posto in essere dalla Compagnia Carabinieri di Mestre, su tutta la giurisdizione compresa la “Riviera del Brenta”, con l’impiego delle pattuglie esterne e di servizi specifici, e che prevede, tra gli altri, l’esecuzione di specifici servizi in prossimità di aree verdi e centri abitati.