Cronaca
20 anni fa

I Serenissimi e l'assalto con carro armato e mitra al campanile di San Marco

Sono trascorsi 20 anni dalla notte che travolse Venezia...

I Serenissimi e l'assalto con carro armato e mitra al campanile di San Marco
Cronaca Venezia, 09 Maggio 2022 ore 11:23

9 maggio 1997. Un giorno che resterà per sempre scolpito nella memoria dei veneziani. E non solo. Quel giorno di 20 anni fa, otto "venetisti" assalirono con un carro armato fatto in casa, con dei mitra, il campanile di San Marco, dopo aver sequestrato un barchino per il trasporto del tanko.

I Serenissimi e l'assalto con carro armato e mitra al campanile di San Marco

Un fatto che fece, come prevedibile, il giro del mondo. Anche le televisioni estere, infatti, aprirono i telegiornali con le immagini in diretta da Piazza San Marco. Le trattative con le Forze dell'ordine partirono immediatamente, ma per più di 7 ore gli otto restarono asserragliati nella torre. Fino all'arrivo e all'intervento delle squadre speciali che arrestarono Gilberto Buson, Flavio Contin, Fausto Faccia, Antonio Barison, Christian Contin, Luca Peroni e Andrea Viviani, Moreno Menini.

Gli otto, che provenivano da paesi del Padovano e del Veronese, "eroi" per gli estremisti che volevano la secessione del Veneto, pagarono però a caro prezzo quel folle assedio. La corte d'Appello di Venezia, l'anno successivo, dimezzando le condanne in primo grado, inflisse tre anni e cinque mesi a Gilberto Buson, Flavio Contin, Fausto Faccia e Antonio Barison; due anni e mezzo ciascuno a Christian Contin, Luca Peroni e Andrea Viviani, due anni a Moreno Menini. Sentenza divenuta definitiva, dopo la rinuncia degli imputati al ricorso in Cassazione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter