La vicenda

Giulia Schiff espulsa dall'Accademia militare per aver denunciato violenze subite, lancia una raccolta fondi

La pilota di Mira non si ferma e chiede sostegno per le spese legali.

Giulia Schiff espulsa dall'Accademia militare per aver denunciato violenze subite, lancia una raccolta fondi
Cronaca Venezia, 08 Aprile 2021 ore 11:46

Giulia Schiff non si ferma. La giovane pilota di Mira, nel veneziano, che ha denunciato le violenze subite in un episodio di nonnismo, ha lanciato su GoFundMe una raccolta fondi per sostenere le spese legali.

Giulia Schiff espulsa dall'Accademia militare

Le mie risorse economiche sono terminate e quelle della mia famiglia sono agli sgoccioli a causa della complessità e del numero dei procedimenti penali ed amministrativi in atto”, scrive la ragazza, nel frattempo espulsa dall’Accademia Militare.

La sua vicenda è iniziata nel 2018, quando gli schiaffi, le frustate e la testa sbattuta contro un’ala di aereo, da parte dei commilitoni, le costarono, oltre a numerose ferite, un’umiliazione che a Giulia non è mai andata giù. I video di questo particolare rito di iniziazione sono stati mostrati in un servizio de “Le Iene”, a firma di Roberta Rei, andato in onda il 6 marzo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Le Iene (@redazioneiene)

“Mi hanno detto anche che sono come una canoa contro una portaerei. Non mi interessa. Io sono per la verità e per la giustizia e quello che ho passato non esiste che me lo tenga dentro, tutti devono sapere”, scrive sul suo profilo Facebook. Dopo la sua denuncia, la ragazza è stata oggetto di diversi provvedimenti disciplinari, fino alla sua espulsione, confermata anche dal Tar, che ha negato la ritorsione. Lei però non si arrende.

La campagna ha avuto più di 590 condivisioni in poche ore e si pone l’obiettivo di arrivare a 10mila euro. È raggiungibile al link https://it.gf.me/v/c/4srp/sostieni-giulia-nella-sua-causa-per-volare-ancora.

Il video integrale sul sito ufficiale Le Iene