Menu
Cerca
Chioggia

Giovane disoccupato marocchino salva due bambini dall'annegamento

Il ragazzo ha 24 anni: i genitori dei bambini salvati gli hanno offerto una ricompensa in denaro. Ma lui ha rifiutato: "vorrei solo un lavoro".

Giovane disoccupato marocchino salva due bambini dall'annegamento
Cronaca Chioggia, 07 Giugno 2021 ore 14:14

Ha messo a rischio la propria vita per salvare quella di due fratellini di sette e otto anni dall'annegamento in mare. Un eroe il giovane Morad Lafsahi, che ha anche detto "no" al risarcimento offerto dai genitori dei bimbi.

Giovane disoccupato marocchino salva due bambini dall'annegamento

Li ha visti in difficoltà, ha sentito le loro urla disperate. Ha capito, in poche parole, che due bimbi non stavano proprio giocando, anzi, erano davvero in pericolo. E la prontezza di riflessi è stata provvidenziale: il giovane disoccupato di origini marocchine, Morad Lafsahi, 24 anni, ha salvato due fratellini dall'annegamento.

Si tratta di due bambini, uno di 7 e l'altro di 8, letteralmente travolti dal mare grosso che li stava per inghiottire, nei pressi dello stabilimento balneare Green Beach di Chioggia. Ovviamente il gesto è stato come un dono per i genitori terrorizzati dall'accaduto. E per tentare di disobbligarsi, il padre dei bambini salvati (la famiglia risiede a Rovigo) ha offerto al giovane una ricompensa in denaro.

Ma Morad ha ringraziato e ha detto di no: il 24enne che è stabilmente in Italia dal 2009 e risiede a Chioggia, avrebbe semplicemente espresso il desiderio di trovare un lavoro fisso. La sua ultima occupazione si è conclusa a maggio. Come sia stato possibile che i bimbi rischiassero di annegare non è ancora molto chiaro.

I genitori infatti hanno rassicurato che i figli erano ben guardati, controllati a vista. Forse un altro bambino con il costume simile a quello del figlio potrebbe aver confuso mamma e papà. Per fortuna il giovane Morad è stato rapidissimo nel capire la pericolosità della situazione, li ha raggiunti e li ha salvati. Si è caricato la bimba sulla schiena e ha preso il fratellino, poi ha nuotato a fatica verso la riva.