Cronaca
San Donà di Piave

Giovane assume droga e si sente male: l'episodio drammatico permette l'arresto di un pusher

Si tratta di un nigeriano 28enne senza fissa dimora...

Giovane assume droga e si sente male: l'episodio drammatico permette l'arresto di un pusher
Cronaca San Donà di Piave, 09 Novembre 2022 ore 15:33

Nel primo pomeriggio di venerdì 4 novembre 2022, nell’ambito di attività info-investigativa volta a contenere il fenomeno dello smercio di stupefacenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Donà di Piave hanno predisposto un servizio di osservazione nell’area della stazione ferroviaria dove, qualche giorno prima, era stato soccorso un giovane del portogruarese per un malore causato dall’assunzione di stupefacenti.

Giovane assume droga e si sente male: l'episodio drammatico permette l'arresto di un pusher

Monitorando i movimenti di un giovane, caratterizzati dal suo continuo andirivieni, i Carabinieri hanno deciso di procedere al suo approfondito controllo mentre si trovava in via Verdi avendo modo di verificare in banca dati che lo stesso, un nigeriano 28enne senza fissa dimora, aveva alle spalle alcune denunce ed una condanna per spaccio di sostanze stupefacenti e, procedendo poi alla sua perquisizione personale, di trovare in suo possesso 9 dosi di eroina e 3 di cocaina che sono state sequestrate.

Sequestrati anche due telefoni verosimilmente utilizzati per il contatto con i “clienti”. L’uomo è stato arrestato e, dopo una notte trascorsa nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri sandonatese, è stato processato con rito direttissimo presso il Tribunale di Venezia così come disposto dalla Procura della Repubblica lagunare nel corso del quale è stato convalidato il suo arresto, venendo poi condannato con patteggiamento ad un anno di reclusione e multa di € 3.000, con la sospensione della pena ma con l’applicazione della misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Venezia.

L’attività dell’Arma prosegue nell’incessante controllo del territorio per il contrasto della microcriminalità e la repressione del fenomeno dello smercio di stupefacenti.

Seguici sui nostri canali