Carabinieri

Furto aggravato continuato nei confronti di due donne: 41enne denunciato a Cavallino Treporti

La perquisizione dei militari era scattata in realtà per un ulteriore episodio risalente allo scorso mese di dicembre. Trovata anche una tanica di benzina.

Furto aggravato continuato nei confronti di due donne: 41enne denunciato a Cavallino Treporti
Cronaca Jesolo e Lignano, 11 Gennaio 2021 ore 14:26

I Carabinieri della Stazione di Cavallino Treporti hanno denunciato in stato di libertà un italiano 41enne del luogo per il reato di furto aggravato continuato.

Furto aggravato continuato nei confronti di due donne

Nella mattinata odierna, lunedì 11 gennaio 2021, i Carabinieri della Stazione di Cavallino Treporti hanno denunciato in stato di libertà un italiano 41enne del luogo per il reato di furto aggravato continuato. L’uomo è stato individuato quale probabile autore di un furto verificatosi nel mese di dicembre dello scorso anno tanto da essere denunciato dai militari dell’Arma con richiesta all’Autorità Giudiziaria di emettere nei suoi confronti un decreto di perquisizione, poi concesso.

Nel corso dell’attività di perquisizione non sono stati trovati ulteriori elementi relativamente a quel furto ma i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato una tanica con cinque litri di benzina, una scatola contenente un sigaro cubano di pregio, un cofanetto di musica lirica e nove batterie generalmente utilizzate per lampeggiatori di cantieri stradali.

Trovata refurtiva di alcuni “colpi” precedenti

Tranne queste ultime, il materiale rinvenuto è risultato provenire da due distinti furti verificatisi a Cavallino Treporti nei mesi di ottobre e novembre dello scorso anno. Il 41enne è stato quindi denunciato per il reato di furto aggravato continuato, uno in danno di una donna del luogo e l’altro nei confronti di una donna tedesca con seconda casa nella località balneare. Il maltolto verrà restituito alle legittime proprietarie mentre si cercherà di risalire al proprietario delle batterie elettriche alcune delle quali ancora provviste di pellicola protettiva.

Decisive le denunce presentate a suo tempo

Fondamentali, per l’individuazione dei proprietari del materiale recuperato, sono state le denunce sporte presso la Stazione dei Carabinieri di Cavallino Treporti. L’attività dell’Arma dei Carabinieri continua ad avere come focus quello del contrasto, senza soluzione di continuità, dei fenomeni di microcriminalità diffusa per accrescere la sicurezza percepita da parte della collettività.

LEGGI ANCHE:

Nuovo Dpcm: dal 16 gennaio niente asporto dopo le 18, de profundis per lo sci

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità