Funerale abusivo

Funerale abusivo nel miranese: denunciato il parroco

Nei guai anche un'imprenditore funebre che si trovava sul posto senza un valido motivo.

Funerale abusivo nel miranese: denunciato il parroco
Mirano, 13 Marzo 2020 ore 11:11

Funerale abusivo nel miranese: denunciato il parroco.

Funerale affollato nonostante i divieti: scattano le denunce

Stavano celebrando un funerale nonostante le regole imposte nei giorni scorsi dal governo che, tra gli altri provvedimenti per limitare i contagi da Coronavirus, ha vietato la celebrazione di cerimonie religiose come matrimoni e funerali. La denuncia, dopo un controllo delle forze dell’ordine, è scattata per un parroco veneziano e per un imprenditore funebre: il primo per aver celebrato il funerale, il secondo perché rappresentante di un’azienda concorrente a quella che aveva organizzato il funerale e che, alla partenza del corteo con la salma verso il cimitero, si è messo di traverso impedendo il proseguimento.

Le denunce risalgono a giovedì pomeriggio e i militari sono intervenuti in una chiesa di un comune del Miranese. Dopo aver denunciato il parroco, hanno segnalato anche l’imprenditore, visto che si trovava sul posto senza un valido motivo (violando, quindi, le misure imposte su tutto il territorio nazionale che obbligano a limitare gli spostamenti solo ai casi di necessità o a esigenze di lavoro).

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: