Mestre

Fregola da zona arancione, super lavoro per le prostitute: 31 multe in due giorni!

Controlli in via Fratelli Bandiera e Rione Piave a Mestre: clienti anche dalle province di Treviso e Padova. Ed è spuntato anche un barese.

Fregola da zona arancione, super lavoro per le prostitute: 31 multe in due giorni!
Cronaca Mestre, 09 Marzo 2021 ore 15:38

Contrasto alla prostituzione di strada: la Polizia locale eleva a Mestre trentun verbali in due giorni.

Fregola da zona arancione, super lavoro per le prostitute a Mestre

E' sempre molto intensa l'attività della Polizia locale volta a tenere sotto controllo il fenomeno della prostituzione di strada e contrastarne, da subito, in questo periodo di lockdown, una possibile recrudescenza.

Ai sensi dell'articolo 75 del nuovo Regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana del Comune di Venezia (che affianca alle tre tradizionali zone interdette dalle delibere di Giunta, ossia Piave, Terraglio e Fratelli Bandiera, tutte le aree meritevoli di particolare tutela) sono stati elevati così, negli ultimi due giorni, 16 verbali da 350 euro e 15 da 100 euro, ciascuno congiuntamente all'irrogazione dell'Ordine di allontanamento.

Ecco da dove venivano i clienti: ce n'era anche uno di Bari...

Le aree controllate in maniera particolare dal Nucleo di Pronto Impiego della Polizia Locale, operante anche con auto civetta, sono state quelle tra le vie Fratelli Bandiera, a Marghera, e Fagarè, Podgora, Col di Lana, a Mestre.

In via Fratelli Bandiera sono state sanzionate prostitute di nazionalità bulgara, unitamente a clienti di nazionalità italiana, romena e bangladese provenienti da Mirano, Scorzè, Mestre e Campodarsego. All'interno del Rione Piave sono state invece multate lucciole rumene e cinesi, insieme a clienti italiani residenti a Martellago, Treviso e Bari.