Menu
Cerca
"Non ce n'è di Coviddi"

Festino “abusivo” interrotto dai Carabinieri: altro che coprifuoco, al party spuntano pure le armi

Nei guai T.D., 59enne di Cavarzere. Ignorate tutte le misure attualmente valide per contenere il contagio da Covid-19.

Festino “abusivo” interrotto dai Carabinieri: altro che coprifuoco, al party spuntano pure le armi
Cronaca Venezia, 04 Maggio 2021 ore 16:13

I militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Padova e della stazione locale, come riporta Prima Padova, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale, Nicolae Bivol, 22enne moldavo residente ad Albignasego.

Festino “abusivo” a Cadoneghe ieri sera

Nella serata di ieri, lunedì 3 maggio 2021, a Cadoneghe, militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Padova e della stazione locale, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale, Nicolae Bivol, 22enne moldavo residente ad Albignasego.

Il giovane ha rifiutato di fornire le proprie generalità aggredendo i militari, intervenuti nell’abitazione in via Antoniana, su richiesta di alcuni condomini che hanno segnalato schiamazzi provenienti da una festa privata con assembramento di persone in contrasto con le attuali norme anti Covid.

Denunciati anche la proprietaria e un 59enne

Contestualmente sono stati deferiti in stato di libertà la proprietaria dell’appartamento, B.D., 41enne moldava, residente a Cadoneghe e T.D., 59enne di Cavarzere (VE), che hanno anche loro opposto resistenza durante il controllo rifiutandosi di fornire il documento.

Nei confronti di T.D. è stato inoltre eseguito dai militari il ritiro a scopo cautelativo delle armi dallo stesso legalmente detenute all’interno dell’abitazione. L’arrestato, in attesa del rito direttissimo, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del comando della stazione di Padova principale.