Cronaca
Assurdo in via dell'Elettricità

Edificio dismesso a Marghera occupato da ladri e spacciatori clandestini

L'operazione della Polizia di Stato ha, di fatto, messo in evidenza una situazione già nota. Ma quello che hanno trovato all'interno ha dell'incredibile...

Edificio dismesso a Marghera occupato da ladri e spacciatori clandestini
Marghera Aggiornamento:

Nei mesi scorsi sono pervenute al Commissariato di P.S. di Marghera numerose segnalazioni in merito alla presenza di soggetti extracomunitari che avrebbero occupato uno stabile senza un valido titolo sito a Marghera in via dell’Elettricità.

Edificio dismesso a Marghera occupato da ladri e spacciatori clandestini

Tale edificio, da tempo in disuso, sarebbe divenuto terreno fertile per senza fissa dimora che, danneggiando finestre e scavalcando i muri perimetrali, si sarebbero introdotti abusivamente per bivaccare, dormire o consumare sostanze stupefacenti, nonché per adibire il luogo a deposito di merce rubata.

Alla luce di tali segnalazioni, pertanto, è stata avviata un’attività di monitoraggio dei luoghi indicati, finalizzata ad appurare la veridicità di quanto segnalato.

Da tale attività si è avuta conferma circa la presenza sul luogo di alcuni camion e vetture sospette oltre a quella di numerosi soggetti extracomunitari i quali, ad ogni ora del giorno, bivaccando e dormendo all’interno degli stessi, avrebbero occupato abusivamente gli edifici.

Il Commissariato di P.S. di Marghera, pertanto, ha organizzato un servizio per lo sgombero dell’edificio abusivamente occupato e la gestione amministrativa e penale dei soggetti eventualmente rinvenuti all’interno dello stabile.

Una volta circondata l’area, gli uomini del Commissariato hanno fatto irruzione nello stabile, all’interno del quale sono stati individuati tre cittadini extracomunitari, ed è stato altresì rinvenuto un ingente quantitativo di capi d’abbigliamento da donna (circa 200) ancora etichettati ed in confezioni integre verosimilmente pronti per essere rivenduti nei mercati rionali, per un valore totale di circa 1600-2000 euro, per il possesso dei quali i soggetti saranno chiamati a rispondere.

Uno dei tre cittadini extracomunitari, inoltre, sprovvisto di documenti ed identificato tramite rilievi foto-dattiloscopici, già noto alle Forze dell’Ordine per aver fornito diversi Alias, è anche risultato gravato da numerosi precedenti di polizia e penali, in particolare per reati contro il patrimonio, spaccio di sostanze stupefacenti, reati contro la persona ed omicidio.

Pertanto, valutato lo stato di irregolarità e la pericolosità sociale del soggetto, a carico dello stesso è stato immediatamente emesso il provvedimento di espulsione dal territorio nazionale ed è stato accompagnato presso il Centro di Permanenza Temporanea di Gradisca d’Isonzo (GO) per il successivo rimpatrio.

Seguici sui nostri canali