Cronaca
Massima diffusione

Ecco l'identikit del pistolero in fuga da Venezia che ha sparato a due colleghi

E' un uomo potenzialmente pericoloso. E' importante che ognuno faccia la propria parte... potrebbe essere ovunque.

Ecco l'identikit del pistolero in fuga da Venezia che ha sparato a due colleghi
Cronaca Portogruaro, 28 Giugno 2022 ore 15:58

I militari dell'Arma hanno appena condiviso queste due immagini con la preghiera di condividerle. Facciamo tutti la nostra parte... E' l'uomo che ieri mattina ha tentato di uccidere a colpi di pistola tre colleghi a Bibione.

Ecco l'identikit del pistolero in fuga da Venezia che ha sparato a due colleghi

Si cerca in modo febbrile l'uomo ritratto nelle due fotografie visibili in alto nell'articolo. Si tratta del 50enne di origini albanesi che ieri mattina ha sparato per uccidere due colleghi di lavoro a Bibione. Poi, dopo averli feriti (insieme a un terzo colpito con il calcio della pistola) è scappato via e ha fatto perdere le tracce. Le Forze dell'ordine, per voce del Comandante della Compagnia di Portogruaro, hanno diffuso una nota (e le due foto) per tentare di trovare nel minore tempo possibile lo scomparso.

"Si trasmettono in allegato le fotografie della persona da ricercare. Si voglia dare massima diffusione. Chiunque dovesse vederlo è pregato di contattare il numero di emergenza 112".

Purtroppo Artur Haxhiu è ancora in fuga. Per un soffio. I Carabinieri si erano messi sulle sue tracce subito dopo i fatti che si sono consumati, come detto ieri mattina. E decisivo, nelle indagini, era stato il conducente di un bus Atvo, l'azienda dei trasporti del Veneto orientale. L'uomo era in servizio e, arrivato in zona San Michele, ha notato un uomo agitato, nervoso, vestito con la classica divisa dell'agenzia Europa.

A quel punto ha chiamato i Carabinieri, ha fatto inversione e l'ha seguito a distanza, dando indicazioni ai militari dell'Arma. Che si sono letteralmente fiondati a Bibione. Ma lui, l'aggressore, era riuscito a raggiungere il capitello della Madonna, alle porte di San Filippo. Lì la situazione è cambiata: l'uomo ha fermato un'auto, si è formata una lunga cosa, e il conducente del bus l'ha perso di vista.

LEGGI ANCHE: Una Cacio&Pepe (da "diesci") sul Canal Grande: il ristorante di Alessandro Borghese è aperto... e indovinate chi è stato il primo cliente?

Seguici sui nostri canali