Emergenza Coronavirus

Contrordine dei Vescovi Veneti: continua lo stop per le Sante Messe

A battesimi e matrimoni potranno partecipare solo i familiari

Contrordine dei Vescovi Veneti: continua lo stop per le Sante Messe
Venezia, 03 Marzo 2020 ore 09:22

I Vescovi Veneti cambiano idea: continua lo stop per le Sante Messe anche nei giorni feriali.

I Vescovi Veneti cambiano idea: continua lo stop per le Sante Messe anche nei giorni feriali.

Niente Messe fino all’8 marzo

Contrordine rispetto a quanto inizialmente previsto per questa settimana. I Vescovi del Veneto riunitisi ieri presso la sede della Conferenza Episcopale Triveneto a Zelarino (Venezia) per fare il punto della situazione e condividere alcune linee comuni alla luce del nuovo decreto hanno deciso di prolungare lo stop delle Sante Messe fino all’8 marzo. Niente celebrazioni dunque, nemmeno nei giorni feriali. Una decisione presa “in comunione con le Chiese di Lombardia ed Emilia Romagna – sottolinea la nota – e nello spirito di reciproca collaborazione tra Chiesa e Stato per la promozione dell’uomo e il bene del Paese”.

Agli  altri sacramenti come battesimi, matrimoni e funerali potranno invece partecipare solo i familiari e i testimoni.

Tra le altre indicazioni, l’accesso a tutti gli spazi aperti al pubblico (chiese, oratori, patronati, musei) sarà possibile a condizione che a tutte le persone presenti venga garantita la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Viene disposto inoltre di togliere le acquasantiere. Possibile anche la celebrazione del sacramento della penitenza, nella forma individuale. I Vescovi infine hanno aggiunto:

 “Nell’impossibilità di adempiere al precetto festivo i fedeli dedichino un tempo conveniente all’ascolto della Parola di Dio, alla preghiera e alla carità; possono essere d’aiuto anche le celebrazioni trasmesse tramite radio, televisione e in streaming, nonché i sussidi offerti dalle Diocesi”.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei